Citroen con AG2R per affrontare il Giro d’Italia 2021: la tappa 16 da Sacile a Cortina d’Ampezzo

Una tappa difficile e resa più ostica dal mal tempo, trionfa Bernal e consolida la Maglia Rosa

Citroen con AG2R per affrontare il Giro d’Italia 2021: la tappa 16 da Sacile a Cortina d’Ampezzo

Sabato 8 maggio 2021 è partito da Torino il 104esimo Giro d’Italia, uno degli eventi europei più attesi nel mondo del ciclismo, volto a riscoprire le bellezze del nostro paese con una competizione leggendaria. Dal 2020 e fino al 2025, Citroen, il colosso dell’automotive francese ha sancito una partnership e una sponsorizzazione con il team di ciclismo AG2R La Mondiale, dando vita al nuovo AG2R Citroen Team.

Il Citroen AG2R Team 

Dopo la partenza dal capoluogo piemontese, la gara si è articolata lungo 21 tappe, per 13 regioni e più di 3.479 km di percorso e 47 mila metri di dislivello complessivo. Hanno preso parte alla competizione ben 23 squadre, con 184 corridori complessivi, 8 per ogni squadra. A popolare le file dell’AG2R Citroen Team troviamo François Bidard,  Geoffrey Bouchard, Clément Champoussi (22 anni), Tony Gallopin, Alexis Gougeard, Lawrence Naesen, Andrea Vendrame e Larry Warbasse. Un team molto giovane, con un’età media di 24 anni, tra i più giovani della competizione. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da AG2R CITROËN TEAM (@ag2rcitroenteam)

Tappa 16: da Sacile a Cortina d’Ampezzo

A suporto del team AG2R Citroen ha fornito la nuovissima Citroen C5 Aircross Hybrid, che abbiamo provato seguendo la tappa Milano – Sanremo. Una vettura versatile e capace di affrontare al meglio tutte le insidie che il team ha trovato lungo il percorso. Per l’occasione, la casa francese ci ha invitato a seguire dall’interno la Tappa 16, una delle più dure di tutta la competizione: la partenza da Sacile fino alla prestigiosa Cortina d’Ampezzo, passando per alcuni dei passi di montagna più spettacolari come il Fedaia, il Pordoi e il Giau. Purtroppo le condizioni meteo erano troppo dure per poter assicurare un corretto svolgimento della gara e la sicurezza dei corridori, così i giudici di gara hanno deciso di ridurre il percorso, eliminando due passi e lasciando solo il Giau. 

Abbiamo seguito la tappa a bordo di un nuovo Citroen Space Tourer adeguatamente predisposto per l’occasione, con ricevitore satellitare e monitor HD per seguire anche a distanza i momenti salienti della competizione, mostratasi complicata fin dall’inizio date le temperature rigide e la pioggia incessante. Si è passati dai 15 gradi di Sacile ai 2 gradi presenti in cima al Passo Giau, fino ai 7 gradi di Cortina, con un dislivello complessivo di tappa di oltre 3.600 metri e circa 4 ore e 22 minuti di percorso. Al traguardo posto nel centro della rigogliosa Cortina d’Ampezzo ha trionfato il sorprendente Egan Bernal, il corridore colombiano di 24 anni del team Ineos Grenadiers che ha consolidato la sua leadership sulla classifica generale. Riconferma quindi la Maglia Rosa e si aggiudica la Cima Coppi, allungando il distacco sull’italiano Damiano Caruso secondo in classifica generale (+ 4,22 minuti), arrivato terzo a Cortina con 27 secondi di distacco dal colombiano.

Parlando del Team AG2R Citroen, Geoffrey Bouchard,il 29enne francese si aggiudica la Maglia Azzurra, come leader della montagna, con circa 29 punti di vantaggio su Bernal, al secondo posto. Il resto del team è posizionato intorno alla 50esima posizione, con Vendrame 53esimo, Gallopin 52esimo, Warbasse 41esimo e Bouchard 68esimo. 

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati