Dacia Duster Model Year 2011

Dacia Duster Model Year 2011

Dopo circa sette mesi di commercializzazione, la casa automobilistica romena Dacia introduce nella gamma italiana il Model Year 2011 del SUV low-cost Duster, che sta ottenendo un ottimo successo nella nostrana economia (il crossover dell’azienda è già stato richiesto in circa 11.000 unità dall’inizio delle vendite, nel maggio dell’anno passato).

La nuova Dacia Duster è già inclusa nel listino del brand: nessuna modifica estetica è stata prevista per lo Sport Utility Vehicle della casa automobilistica, di proprietà Renault. Come cambia, allora, il fuoristrada low-cost dell’azienda? Tutti i motori ottengono la classificazione ecologica Euro 5 e a quelli già offerti se ne aggiunge uno nuovo: si tratta di un’inedita versione da 90 cavalli del motore 1,5 litri dCi diesel, dotato di filtro antiparticolato di serie ed abbinato alla trazione anteriore e alla trazione integrale.

Il nuovo propulsore diesel di Dacia Duster sarà offerto tanto con l’allestimento Lauréate, il più rifinito della gamma, quanto con il livello intermedio, Ambiance, e permetterà di limitare i consumi di carburante del SUV e le emissioni di anidride carbonica (130 grammi di CO2 per chilometro con trazione anteriore, 139 grammi di CO2 per chilometro con trazione integrale).

Inoltre, con il Model Year 2011, il crossover Dacia Duster può essere acquistato anche come “Autocarro”, equipaggiato con il motore 1,6 litri benzina da 110 cavalli o con il motore 1,5 litri dCi diesel da 110 cavalli, sia a trazione anteriore che a trazione integrale. Basterà sborsare 300 euro in più rispetto al costo della versione tradizionale, nel livello di allestimento Lauréate (di cui mantiene la dotazione anche dopo la trasformazione).

Infine, per rendere la propria Duster ancora più personale, la casa automobilistica Dacia ha previsto un’abbondante lista di accessori a pagamento, da richiedere in fase d’acquisto.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

30 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Leonardo ha detto:

    Salve,
    in termini di “sicurezza”, personalmente NON TRANSIGO. Quello che voglio dire è semplicemente questo: con tutti gli accessori “futili” a pagamento, possibile mai che la Daster monta un impianto frenante DISCO-TAMBURO anzichè DISCO-COMPLETO? Ma se devi fare una frenata improvvisa, cosa me ne faccio della pelle-sedili, quando poi mi spacco la testa? E poi, neanche un cambio automatico moderno di ultima generazione? VERGOGNA!!!

  • enzo ha detto:

    caro leonardo sono il fortunato possessore di una duster 1.6 4×2 da agosto 2010(sono stato uno dei primi avendola prenotata il giorno della presentazione)ti assicuro che e’ una macchina piu’ che sicura in ogni situazione la frenata e’ all’altezza delle prestazioni e mai in 9500 km. ho avuto il benche’ minimo problema.Per quanto concerne gli accessori la versione da me scelta 1.6 16v 4×2-laureate- al quale ho aggiunto cerchi in lega da 16″vetri oscurati radio(assolutamente da evitare,a300 euro ne prendi di meglio)e’ costata 14900 e.
    secondo me ottimamente spesi ciao enzo

  • berillium ha detto:

    Mi raccomando il cambio automatico!!! Come si può vivere senza???
    Ecco il nuovo metro di misura per l’auto…

  • Lorenzo V. E. Bellini ha detto:

    Riconosco che il cambio automatico sia molto comodo, ma devo dire che continuo a preferire il manuale. Andrà a gusti. ^^

  • Roberto ha detto:

    Ciao, io ho una Duster turbodiesel 2 x 4 dai primi del 2011, l’ho guidata in qualsiasi situazione (strada bagnatissima, ghiacciata a -4 al mattino alle sette, asciutta e semifuoristrada leggero)…..
    Devo dire che in qualsiasi caso, rapportata al prezzo che ha è superlativa, vorrei vedere quanti assi del volante guidano in città a 130 e devono dare una frenata brusca con sterzata da test dell’alce, quanti devono fare il safari camel e quanti devono fare evoluzioni da stunt……
    Come al solito e non dico di guidare come un vecchietto, in condizioni normali, anche un po’ più che normali (tipo quando si ha fretta e magari si è un po’ troppo veloci e scattosi) non c’è freno a tamburo o rollio strano che tenga, è una macchina del tutto sicura e ben calibrata, anche le rifiniture asciutte asciutte sono essenziali ma oneste, rispecchiano il prezzo e fanno la loro buona figura, è chiaro che se volevate una top model dal cambio automatico (stile ciao piaggio, accelleri e freni…. ma il gusto di guidare dov’è ???)allora dovevate rivolgervi altrove.
    Unica cosa che ho notato è qualche incresparura di troppo nella vernice…..
    Sono anche d’accordo che la radio sia del tutto inutile in quanto costosa ed assolutamente poco hi-fi, riguardo alla guida assistita…… (vedi inizio intervento).
    Per quello che costa “la va ben”…. vedremo nel tempo se è anche affidabile ma sono propenso a dire che grossi scherzi non ne dovrebbe fare.

  • stefano pagliaccio ha detto:

    caro leonardo ti volevo solo dire che la dacia è una delle tante macchine che mette i tamburi al posteriore

    un po di esempi

    L 200 mitzu

    vw amarok

    e tante altre che non sono low cost

    siaomo un popolo di pagliacci se il daster fosse stato fatto dalla BMV e con il prezzo triplicato nessuno avrebbe fiatato pajassss

  • Piero ha detto:

    Salve sn Piero ho comprato la duster a fine gennaio con la quale ho percorso 10000km e sn completamente soddisfatto.unico neo sn un Po i freni bisogna pestare un Po ….

  • Laura ha detto:

    un consiglio..duster versione diesel o meglio aspettare l’uscita del gpl previsto a breve?

  • Riccardo Guerra ha detto:

    A mio avviso, dipende dalle esigenze di una persona e dal rapporto con i carburanti: personalmente, mi trovo molto bene con il GPL, anche se non esiste il servizio self-service (basta stare attenti e fare il pieno quando c’è l’operatore, tutto qui). Bisognerebbe provare il SUV Duster con entrambi i motori e valutarne il compostamento su strada, in base alle proprie richieste (mi serve un’auto scattante? Devo fare strade di montagna? ecc). Ad ogni modo, l’impianto GPL after-market può già essere installato su Duster.

  • Giacomo ha detto:

    Leonardo, ma vergognati tu e pensa prima di scrivere…!!! Incompetente!!!

  • robertino ha detto:

    ciao mi hanno consegnato la mia duster 10 giorno fa 15dci 4×4 laureate .
    ho precorso circa 2000 km e devo dire che supera tutte le mie aspettative come confort ,stabilita’ e grinta
    finora l’unico difetto riscontrato è la posizione orrenda degli alzacristalli post.
    qualcuno è riuscito a portarli sulle porte post ciao per il prezzo che ho pagato è super

  • Antonio ha detto:

    Apprezzo la novità del prezzo anche se poi lo stesso alza un pò troppo rispetto alla base. Dalle recensioni ho letto che, tutto sommato, presenta delle buone qualità generali. Non condivido che nel modello laureato il top vi debba pagare un sedile in pelle che non è di mio gradimento, la cosa fondamentale che non me lo fà acquistare, anche se non ne ho bisogno, è la mancanza di un moderno cambio automatico. Io non compro auto senza cambio automatico e da quando ho avuto modo di farlo apprezzare a parenti ed amici, molti di loro hanno comprato auto con cambio automatico

  • Antonio ha detto:

    Il duster è un mezzo che grazie al suo prezzo potrei comprare. Fatemi sapere quando montate un cambio automatico condizione indispensabile per l’acquisto. Non compro auto senza cambio automatico Grazie

  • Massimo ha detto:

    Io ho acquistato una Duster l’anno scorso ad agosto e mi trovo veramente bene rispecchia le mie aspettative considerando le sue caratteristiche ed al prezzo economico.L’unico problema riscontrato è stato un rumore in partenza a freddo sui freni anteriori.Il concessionario mi ha riferito che è normale, in quanto il sistema esp facendo un controllo sui freni provoca quel rumore.Sinceramente non ho mai sentito una cosa del genere ma non avendo mai avuto una vettura con sistema esp mi fido di ciò che mi è stato detto dal concessionario.

  • Carmine ha detto:

    Sarei interessato all’acquisto di un Duster 4×4, ma temo che il motore 1500 (110) sia poco potente spero che prossimamente possa montare qualcosa di più…

  • LUCA ha detto:

    ho una duster 1.6 dci 4×4 laureate ho fatto 15.000 km e ne sono soddisfatto.
    provatela in off road e vi piacerà ancora di più.
    difetto riscontrato l’indicatore del carburante funziona come gli pare, ma basta spegnere e riaccendere e il problema sparisce.
    avviso: se state per acquistarla rinunciate a quel cesso di radio e fatevi mettere allo stesso prezzo i fascioni passaruota

  • Giampaolo ha detto:

    Ciao Dusteriani, ho provato la 1.5 dci da 90 Cv e ammetto che non è male. Ora devo decidermi se acquistare la Gpl oppure la dci da 110 Cv con 2W o 4W motrici.
    Voi cosa consigliate ?
    Ho letto in alcuni forum Duster, che i pneumatici Continental che montano alcuni modelli danno problemi alla frenata e che addirittura non sarebbero quelli che monta la Dacia: i Michelin, assai migliori per frenatura e aderenza.
    Ne sapete qualcosa ?

  • giacomo ha detto:

    18 ottobre 2011 giacomo Possiedo una DASTER 4X4 a benzina e sono molto soddisfatto della qualita’ prezzo. La uso quasi eslusivamente in montagna e vi garantisco che i freni funzionano in maniera ottimale, il cambio tradizionale e’ buono anche se e’ piuttosto rumoroso

  • Floriano ha detto:

    Ho letto in alcuni forum che da Novembre tutte le Duster di nuova immatricolazione monteranno l’ESP VERO??? Qualcuno sa se uscira’ in Italia la duster gpl sul 4×4?? grazie

  • FRANCY ha detto:

    CIAO A TUTTI DA GIUGNO DI QUEST’ANNO HO AQUISTATO LA D.D.4X4 DCI E COME TANTI SONO SODDISFATTO DELL’ACQUISTO PERCHE LA TROVO SPAZIOSA COMODA E ANCHE CON UNA BUONA ADERENZA IN O.R.UNA PICCOLA PECCA è L’INDICATORE DEL CARBURANTE CHE NON è AFFIDABILE.

  • pierluigi ha detto:

    Salve a tutti, ho comprato all’estero una Renault Duster (qui in Libano e commercializzata marchio Renault), vorrei sapere se anche qualche altro utente, avverte vibrazioni e poca potenza del benzina 2 per 2 110cv.Vorrei inoltre sapere che marca viene installato l’impianto a GPL nelle nuove versioni del 2012.Domando questo perche’ al mio rientro’ dovro’ convertirla a GPL.Grazie asuspiero@hotmail.it

  • Keke ha detto:

    Semplicemente fantastica: linea accattivante molto migliore di certi cessi provenienti dal sol levante, solida, il motore (1500) proporzionato, finiture ottime cosi come la tenuta di strada.. Che altro? Tanta gente chiacchera a vuoto..

  • Francesco ha detto:

    E piu’ di un’anno che si parla del cambio automatico, ma quando arriva…. se arriva

  • clelia. ha detto:

    vorrei informazioni sulla vostra auto,mi farebbe piacere regalarla a mio figlio per il suo 28 compleanno dove posso vedere l’auto io vivo a napoli grazie
    p.s.la macchina mi servirebbe per il 31 marzo grazie

  • Riccardo Guerra ha detto:

    Per queste informazioni deve rivolgersi al sito internet ufficiale della casa automobilistica: http://www.dacia.it

  • Riccardo Guerra ha detto:

    Per questo deve rivolgersi al sito internet ufficiale della casa automobilistica: http://www.dacia.it

  • aledx ha detto:

    salve a voi DASTARMEN : meglio DACIA O SCODA YETI ?

  • indio ha detto:

    Linea accattivante? Fantastica? Dai ragazzi sembra la Lada Niva rifatta.E se non vi accontentate del base finite per spendere 20.000 euro, altro che 11.900! 20.000 euro per sto cesso di auto, ma state scherzando? Motori vecchi finiture approssimative, niente ESp di serie…voi state male.

  • fabyo ha detto:

    Salve per chi non lo sapesse la JEEP monta freni a tamburo sul posteriore,
    sono possessore di un cherookee 4*4 crd e ripeto l’anteriore è a disco mentre il posteriore a tamburo…
    Provate ad andare a dire a quelli della jeep (che per chi non lo sapesse hanno inventato i fuoristrada, da cui derivano i suv) che i freni a disco non funzionano!

    …se magari si ragionasse con la propria testa senza seguire le mode di massa….

  • mirco ha detto:

    ma sarà possibile che ognuno vuole la macchina a suo piacimento.
    se la duster non vi piace,non la comprate,tanto a voi non andrà mai bene niente.

Articoli correlati