Joe Biden: la California preme per stabilire un termine ultimo ai motori a combustione

Gli Stati Uniti potrebbero adottare il "modello California" abbandonando i motori termici dal 2035

Joe Biden: la California preme per stabilire un termine ultimo ai motori a combustione

I due senatori democratici della California, Alex Padilla e Dianne Feinstein, hanno invitato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden a “seguire l’esempio California” e stabilire per tutta la nazione un termine definitivo oltre il quale non sarà più concesso vendere dei veicoli con motori termici a combustione interna. 

California: è guerra ai motori a combustione 

Sappiamo che lo stato della California ha già stabilito dallo scorso anno il termine per la vendita dei motori termici, fissandolo per il 2035, sotto la proposta del governatore della California Gavin Newsom. Ora, i due nuovi senatori hanno anche chiesto non solo che questo termine venga esteso a tutta la nazione (probabilmente per non rendere un problema la mobilità nella loro regione così da non penalizzare il turismo) ma anche una certa autonomia nel poter impostare le soglie massime di emissioni per i veicoli di nuova produzione fino al 2035. 

La campagna presidenziale di Biden non prevedeva come obiettivo quello di fissare una data entro la quale i veicoli endotermici sarebbero spariti dalle strade statunitensi, bensì una netta accelerazione sul percorso per l’infrastruttura della mobilità elettrica. A gennaio però la portavoce di Biden aveva fatto sapere che l’intera flotta di 650.000 auto governative (quindi auto scorta, “auto blu”, auto dei funzionari ecc) sarebbero state convertite ad auto elettrificate, quindi ibride plug-in o completamente elettriche costruite in America. 

Riteniamo che il presidente Biden debba soprattutto prendere in considerazione alcuni partner principali come Honda, BMW, Ford e Volkswagen che hanno scelto di investire sul territorio della California, così da valorizzare i nuovi posti di lavoro ed essere sempre più appetibili per nuovi investitori esteri” continuano i senatori Padilla e Feinstein. 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati