Lamborghini Aventador: l’erede manterrà il V12 aspirato ma sarà ibrida, prevista nel 2022

Arriverà non prima del 2022: nuova scocca in carbonio, oltre 800 cv con l'aiuto dell'elettrico

Lamborghini Aventador: l’erede manterrà il V12 aspirato ma sarà ibrida, prevista nel 2022

La leggendaria Lamborghini Aventador è ormai stata presentata circa una decina di anni fa e il peso degli anni inizia a farsi sentite su una delle Supercar più esotiche ad oggi in commercio. Un look davvero estremo che molti definiscono quello più “da supercar” tra tutte le supercar oggi esistenti. Alcuni rumors rivelano quindi che la sua vita potrebbe quasi essere giunta al termine, con un nuovo modello previsto per l’inizio del 2022

Giù le mani dal V12 aspirato, al massimo si rende ibrido 

Ci immaginiamo così la discussione ai piani alti di S. Agata Bolognese quando qualche tecnico potrebbe aver fatto notare al responsabile progetto che le leggi antinquinamento europee stanno sempre più diventando un cappio intorno al collo dei motori aspirati. Scherzi a parte, ad un’intervista di una testata inglese, Maurizio Reggiani responsabile tecnico Lamborghini ha spiegato: “Il V12 è parte integrante della storia di Lamborghini“. Tuttavia ha anche spigato come, per andare ovviamente incontro ai consumi di carburante e alle leggi antinquinamento, arriverà anche una “versione elettrificata, ibrida” e continua “non abbiamo motivo di ricorrere al turbocompressore, ma l’elettrificazione aiuterà l’aspirato nelle zone in cui presenta delle lacunee, supportando l’erogazione soprattuto ai bassi giri“. 

Sempre a trazione integrale, ma supportata dall’elettrico 

Sempre leggendo tra le righe delle dichiarazioni di Reggiani, capiamo che la prossima versione potrebbe si mantenere una trazione integrale, ma replicata dall’impiego di un motore elettrico sull’assale anteriore: “Sarebbe fantastico riuscire a replicare le performance oggi esistenti ma sfruttando un motore elettrico sull’avantreno. Si risparmierebbe peso rispetto alla trazione integrale meccanica potendo assicurare performance di un certo livello“. 

Probabile nuova scocca in carbonio 

Si tratta di un argomento già discusso da anni. Lamborghini, dopo il lancio dell’Aventador ha fatto passi da gigante in merito allo sviluppo delle tecnologie legate ai materiali compositi, come il carbonio. Molti rumors suggeriscono infatti che la prossima generazione di supercar adotterà una monoscocca in carbonio, come già avviene per McLaren, potendo assicurare un peso decisamente inferiore e maggiori performance.

Obiettivo 800 CV grazie all’aiuto dell’elettrico

Dopo la versione di lancio del 2011, equipaggiata con il mitico 6.5 V12 aspirato da 700 CV è stata poi presentata la Aventador SuperVeloce, da ben 750 CV e un look davvero estremo. Si è passati poi all’Aventador S con i suoi 740 CV fino ad arrivare all’ultima Aventador SVJ e i suoi 770 CV. Spingersi oltre con la potenza del solo motore aspirato risulta essere forse un azzardo per un’auto stradale, ma gli 800 CV (o più) potrebbero diventare realtà con l’impiego della tecnologia ibrida. Non sappiamo ancora se si tratti di un Full Hybrid o di un Plug-in Hybrid, certo è che la potenza salirà, e non di poco. 

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati