McLaren 570S: il render di un artista prova a suggerire le possibili forme

Un'interpretazione della nuova entry-level di Woking

Un tentativo di anticipare, basandosi su alcune foto spia, il probabile design della nuova McLaren 570S attesa al prossimo Salone di New York
McLaren 570S: il render di un artista prova a suggerire le possibili forme

McLaren 570S – Un’opera geometrica e piena di stile. Così appare l’immagine che prova a suggerire le potenziali forme della prossima McLaren 570S, il cui debutto è programmato al Salone di New York di aprile.

Il lavoro dell’artista indipendente Wild Speed cerca di fornire un’interpretazione della sportiva entry-level del marchio britannico, basandosi sulle foto spia e i teaser diffusi nei giorni precedenti. Informazioni che hanno permesso di ipotizzare l’aspetto esterno di questa vettura dalle particolari caratteristiche.
Il nome sarebbe ispirato alla cavalleria, infatti i cavalli di potenza sviluppati dal propulsore V8 twin-turbo da 3.8 litri sarebbero appunto 570. Il motore, inoltre, sarebbe associato a un cambio a sette marce doppia frizione. La nuova McLaren 570S, grazie a queste caratteristiche, dovrebbe essere in grado di scattare da 0 a 100 km/h in meno di quattro secondi e raggiungere i 290 km/h di velocità massima. Tra le peculiarità anche un raffinato telaio monoscocca in fibra di carbonio, che valorizza le sue qualità.

La casa di Woking potrebbe far debuttare anche una versione Spider del modello, ma sarebbe altrettanto probabile che questa possa essere mostrata all’appuntamento di Francoforte, a settembre. E, tra le altre indiscrezioni, potrebbe essere sviluppata anche una versione meno potente da destinare al mercato asiatico, e di seguito anche una variante gran turismo e un’altra Long Tail, sulla scia della recente 675LT.
Osservando l’immagine, si riscontrano comunque dettagli stilistici peculiari per questa vettura, come ad esempio i fianchi molto elaborati, il cui design pare ulteriormente impreziosito dagli inserti delle porte, che creano una specie di piccoli canali d’aria. Da sottolineare anche il design robusto e sportivo del posteriore, caratterizzato dalla forma arcuata dei gruppi ottici e dal disegno angolare degli scarichi, posti poco sopra l’estrattore. Se questa interpretazione si è avvicinata o è distante dal modello reale, al momento non si può stabile. Al Salone di New York la risposta.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati