Mercedes: più alluminio sui futuri modelli

Anche i prossimi Suv della Stella saranno più leggeri ed efficienti

Mercedes: più alluminio sui futuri modelli

Durante la presentazione al Salone di Detroit del 2014, i vertici di Mercedes presentarono la nuova Classe C mettendo in luce alcuni dei punti di forza della loro vettura premium: minor peso, straordinaria rigidità e comfort da prima classe. Il minor peso e la maggior rigidità rispetto alla precedente versione furono raggiunti grazie ad una nuova ed innovativa struttura leggera costituita da numerose parti in alluminio e materiali ad alta resistenza che fecero scendere il peso della vettura di ben 100 kg.

In questi anni Mercedes ha investito tanto nella ricerca per continuare a risparmiare peso. Un minor peso è importante perchè permette molteplici vantaggi su più fronti: minor consumo di carburante, emissioni più basse di CO2, prestazioni più elevate e maggior piacere di guida. Inoltre nello stesso periodo la casa della stella a tre punte ha cambiato anche il metodo di produzione per approntare strutture più leggere grazie alla creazione di componenti in metallo ed in materiale sintetico in un unico processo.

L’attuale Classe C è stato il risultato di una novità mondiale grazie all’utilizzo di una carrozzeria ibrida in alluminio che tranquillamente potrebbe essere definita come la pioniera della struttura leggera nel suo segmento di riferimento. Visti gli ottimi risultati raggiunti dalla Classe C, gli ingegneri Mercedes vogliono spingersi oltre coi nuovi modelli tra cui appunto la nuova generazione della loro vettura premium di segmento D.

Al riguardo Jason Hoff, Direttore esecutivo di Mercedes-Benz USA, recentemente ha dichiarato che “anche i nuovi Suv prodotti in Alabama godranno di una riduzione di peso grazie all’utilizzo di più alluminio e all’attuazione di metodi di lavorazione migliori nella saldatura laser, nella rivettatura e nell’incollaggio”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati