MINI Cooper SD: elasticità del motore e consumi modesti

MINI Cooper SD: elasticità del motore e consumi modesti

Dopo la MINI One D da 66 kW/90 CV e la MINI Cooper D da 82 kW/112 CV la nuova MINI Cooper SD si posiziona come la più potente variante diesel della gamma di modelli MINI. Il propulsore quattro cilindri turbodiesel con una cilindrata di 2.0 litri eroga una potenza massima di 105 kW/143 CV che viene raggiunta a un regime di 4.000 giri/min.

Una caratteristica particolare del nuovo motore diesel è la sua incredibile elasticità, anche a carichi elevati. La coppia massima è di 305 Nm ed è disponibile tra i 1.750 e i 2.700 giri/min. Oltre al famoso rapporto esemplare tra prestazioni di guida e consumo di carburante e ad una straordinaria erogazione di potenza per un motore a quattro cilindri, la MINI Cooper SD è dotata delle premesse ottimali per uno stile di guida fortemente sportivo.

Le caratteristiche costruttive fondamentali del nuovo propulsore diesel di 2 litri sono identiche a quelle dei motori di 1,6 litri della MINI One D e della MINI Cooper D. Il basamento in alluminio contribuisce all’ottimizzazione del peso, il turbocompressore a geometria variabile sul lato di aspirazione assicura un’erogazione di potenza ideale a tutti i regimi. Il motore della MINI Cooper SD è dotato di un sistema di sovralimentazione speciale, particolarmente potente, il cui funzionamento viene regolato elettronicamente. Il sistema d’iniezione diretta di carburante Common-Rail con iniettori piezoelettrici montati centralmente nella testata cilindri provvede ad un approvvigionamento di carburante preciso ed efficiente. Il sistema lavora ad una pressione massima di 1.600 bar e assicura una preparazione della miscela ottimale nella camera di combustione.

La nuova MINI Cooper SD è equipaggiata di serie con numerosi componenti della tecnologia MINIMALISM. Oltre all’elevato rendimento del motore, il modello si distingue nella sua categoria di potenza per un bassissimo consumo di carburante che viene assicurato dal sistema Brake Energy Regeneration, dalla funzione Automatic Start Stop, dall’indicatore del punto ottimale di cambiata, dal servosterzo elettromeccanico e dai gruppi secondari comandati in base al fabbisogno effettivo.
Al fine di ottimizzare il comportamento delle emissioni, sia la MINI Cooper D che la MINI One D sono equipaggiate di serie con un filtro antiparticolato diesel e un catalizzatore a ossidazione. La rigenerazione del filtro antiparticolato avviene senza richiedere l’iniezione di carburante supplementare. Come tutti gli attuali modelli MINI, anche le nuove varianti diesel rispettano la norma antinquinamento Euro 5. Un contributo al comfort di guida arriva anche dalle basse vibrazioni e dall’armonia acustica del quattro cilindri; il motore della MINI Cooper SD si distingue dagli altri propulsori diesel per una sonorità particolarmente rabbiosa che si fa sentire soprattutto quando si raggiungono i regimi superiori.

Nella nuova MINI Cooper SD il propulsore da 2 litri svela la propria indole sportiva attraverso un valore di accelerazione di 8,1 secondi per lo sprint da 0 a 100 km/h e una velocità di punta di 215 km/h. Una conferma della straordinaria efficienza è il consumo medio di carburante di 4,3 litri per 100 chilometri nel ciclo di prova UE. Le emissioni di CO2 della MINI Cooper SD sono di 114 grammi per chilometro. La nuova MINI Cooper SD Clubman accelera da 0 a 100 km/h in 8,6 secondi, la sua velocità massima è di 215 km/h. Il consumo medio di carburante della MINI Cooper SD Clubman è di 4,4 litri per 100 chilometri, le emissioni di CO2 sono di 115 grammi per chilometro. Con un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 8,7 secondi e una velocità massima di 210 km/h, anche la MINI Cooper SD Cabrio fornisce una prova affascinante del proprio potenziale sportivo. Il maggiore divertimento di guida viene combinato con un consumo medio di carburante di 4,5 litri per 100 chilometri e un valore di CO2 di 118 grammi per chilometro. Nella MINI Countryman lo sportivo motore diesel può essere ordinato con la trazione anteriore oppure con il sistema di trazione integrale MINI ALL4. L’accelerazione da 0 a 100 km/h della cinque porte richiede 9,3 secondi (MINI Cooper SD Countryman) e 9,4 secondi (MINI Cooper SD Countryman ALL4); la velocità massima è rispettivamente di 198 e 195 km/h. Nella classifica dei consumi la MINI Cooper SD Countryman con trazione anteriore fa registrare 4,6 litri per 100 chilometri, mentre la variante a trazione integrale si attesta a 4,9 litri per 100 chilometri. I valori di CO2 sono di rispettivamente 122 e 130 grammi per chilometro.

I modelli alimentati dal nuovo motore diesel sono equipaggiati di serie con un cambio manuale a sei rapporti. Le singole marce sono adattate in modo ottimale alle caratteristiche di potenza del propulsore, così da consentire delle accelerazioni scattanti e lineari. Con un peso di 44,8 chilogrammi in ordine di marcia, questo motore è il più leggero nella propria categoria di potenza. Inoltre, grazie ai rapporti ravvicinati e al suo comfort di utilizzo, il cambio definisce nuovi parametri di riferimento nel segmento di appartenenza.
Già al momento di lancio verrà offerto come optional un cambio automatico a sei rapporti. Grazie ai tempi di cambiata straordinariamente brevi e all’innesto diretto della marcia finale nelle scalate, anche il cambio automatico supporta il carattere sportivo della MINI Cooper SD. Nella primavera del 2011 il cambio automatico a sei rapporti sarà disponibile anche per i modelli MINI Cooper D, MINI Cooper D Clubman, MINI Cooper D Cabrio e MINI Cooper D Countryman. Al fine di garantire una taratura ottimale tra motore e cambio, anche in queste varianti di modello viene utilizzato un propulsore diesel 2 litri. I suoi valori di potenza e di coppia corrispondono al motore 1,6 litri delle varianti di modello a cambio manuale.

La MINI Cooper SD esprime la propria indole sportiva anche attraverso una serie di esclusivi stilemi di design. Analogamente al più potente motore a benzina, la MINI Cooper S, anche il modello diesel più potente si distingue per una minigonna anteriore con una presa d’aria particolarmente generosa e per un cofano motore dotato di una presa d’aria supplementare. Inoltre, come nella MINI Cooper S, sopra le sedi degli indicatori di direzione è stata applicata la scritta “SD” e, al centro dello spoiler posteriore, è stato inserito il doppio terminale di scarico. I modelli MINI Cooper SD, MINI Cooper SD Clubman e MINI Cooper SD Countryman attirano l’attenzione con il loro marcato spoilerino sul tetto.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • chicco ha detto:

      Al fine di ottimizzare il comportamento delle emissioni, sia la MINI Cooper D che la MINI One D sono equipaggiate di serie con un filtro antiparticolato diesel e un catalizzatore a ossidazione. La rigenerazione del filtro antiparticolato avviene senza richiedere l’iniezione di carburante supplementare.

      ma si parla del nuovo propulsore BMW o del vecchio psa???

    Articoli correlati