Opel Zafira Tourer, recensione infotainment completa

Sistema NAVI 900, disponibile anche su Astra, Insignia e Meriva

Monovolume pratica e maneggevole, per “farcirla” di infotainment bisogna richiedere l’installazione del sistema NAVI 900, il modello più sofisticato della casa americana di questo tipo, se si esclude quello montato sulla Adam appena uscita. Il sistema base (€ 1.050) comprende Navigation system, display a colori da 7″, mappe Europa su SD card, sistema “EcoRoute” per il calcolo del percorso ecologico, riconoscimento vocale, “Logbook” per memorizzazione itinerari e visualizzazione foto, connettore Aux-in, porta USB, sistema audio premium con 7 altoparlanti, riproduzione MP3 da CD o porta USB, antenna posteriore integrata. Per includere anche la telecamera posteriore bisogna spendere un po’ di più (€ 1.290), mentre per il Premium Pack con anche il vivavoce bluetooth, i sensori per il parcheggio anteriori e posteriori, radio CD400 con 7 altoparlanti e i cerchi in lega da 18” la cifra diventa più importante: € 1.900. Lo stesso sistema si può installare anche su Astra, Insignia, Meriva e Zafira Tourer a partire dai modelli 2012. Naturalmente abbiamo provato il Premium Pack, ecco come è andata.

I comandi

Sono concentrati tutti al centro della plancia. Posizionata subito sotto il display a colori da 7” a 16:9 (purtroppo non touch screen) si trova una gigantesca zona di controllo che permette di gestire tutto il sistema multimediale di bordo. Spiccano subito all’occhio due manopole: quella più piccola è dedicata unicamente all’accensione/spegnimento ed alla regolazione del volume, la seconda più grossa serve per navigare all’interno dei menu e selezionare, schiacciando la corona laterale, la voce/canzone desiderata. Moltissime le scorciatoie (o short cut) che permettono un accesso alle varie funzioni. Sulla parte superiore ci sono i classici sei tasti dedicati alle stazioni radio memorizzate, sul lato sinistro quelli per accedere a radio, CD, USB, Aux, navigatore e telefono, mentre sulla destra quelli per i preferiti, avvisi TP e l’eject del CD. Nella parte centrale, intorno alle suddette manopole i tasti per andare avanti/indietro all’interno del brano o per passare a quello precedente/successivo, il tasto per accede alle funzioni di equalizzazione dell’impianto (Tone) e quello verificare le informazioni riguardanti percorso e destinazione impostate sul navigatore (Dest/Nav). Sempre dedicato al navigatore un gradito tasto (Rpt/Nav) che fa ripetere l’ultima indicazione vocale del navigatore, così che anche se si dovesse perdere o non capire a causa di distrazione, conversazione o forti rumori esterni, si può istantaneamente richiamare. Un tasto (Info) visualizza tutte le informazioni del brano ascoltato o della posizione corrente con tanto di latitudine e longitudine, mentre il tasto Config è dedicato alle impostazioni di sistema di ogni voce, radio, telefono, navigazione, veicolo, ora, data e lingua utilizzata a video. Ultimo di questo interminabile elenco il tasto Back per tornare indietro al menu precedente. Naturalmente sono presenti i comandi al volante, posizionati sulla parte destra tramite i quali selezionare la sorgente, rispondere al telefono, regolare il volume e cambiare brano. Purtroppo non navigare nel menu o semplicemente scrollare lo schermo.

Un ulteriore display monocromatico al centro tra tachimetro e contagiri visualizza brano e prossima indicazione del navigatore, oltre alle solite informazioni di bordo come consumo istantaneo ed autonomia, mentre invece l’accesso alla presa USB, a quella ausiliaria (AUX) o all’immancabile accendisigari si trova all’interno di un cassetto a scomparsa tra il cambio e la console centrale. Purtroppo tale posizionamento rende inaccessibile o quasi lo scomparto portaoggetti sopra il cambio in caso di costante apertura, e calcolando che se c’è inserita la chiave usb non si può chiudere, fate voi i conti. Diventa necessario utilizzare una chiave usb veramente piccola e, soprattutto, corta. In giro si trovano, ma non facilmente. Sulla razza destra del volante si trovano concentrati i comandi per il volume, la selezione del brano, il cambio di sorgente, il mute (comodissimo), l’attivazione dei comandi vocali e i due tasti destinati a rispondere/agganciare il telefono.

Audio

L’impianto composto da 7 casse con subwoofer si sente tutto. Anche a volume alto il suono non si distorce e rimane di buona qualità. In riproduzione sul display viene mostrato titolo della canzone, artista, timing e il supporto utilizzato in quel momento. Se invece si vuole sapere anche album, categoria e cartella basta schiacciare il tasto “INFO” della console. Non capiamo perchè non abbiano inserito queste tre voci aggiuntive direttamente nella schermata principale, visto che lo spazio non mancava. Anche in piccolo rispetto al resto sarebbe stato gradito, anziché schiacciare un ulteriore pulsante. Per navigare all’interno di CD o cartelle basta agire sul joggle più grande: appena toccato la schermata cambierà e verranno visualizzati sei brani su schermo. Per selezionare quello desiderato è sufficiente agire sulla corona esterna come per qualsiasi altra selezione che utilizza il suddetto joggle. Completo l’equalizzatore, con possibilità di impostare bassi, medi e acuti, bilanciare l’audio davanti e dietro, e utilizzare equalizzazioni pre-impostate per diversi generi. Insomma, tutto nella norma. Molte le stazioni radio memorizzabili: in tutto sono 24, divise in quattro pagine.

Navigazione

Non essendoci l’interfaccia touch per l’inserimento dell’indirizzo di destinazione, si deve ricorrere al joggle tradizionale, scorrendo le lettere e selezionandole con la solita ghiera esterna. Sistema funzionale, ma non velocissimo come il touch. Prima di fare questo, però, bisogna accedere ai settaggi dei criteri di percorso e scegliere se si vuole optare per il percorso veloce, breve o economico. Operazione non complicata, ma veramente fastidiosa, visto che molti sistemi di navigazione consentono la scelta on screen su mappa dopo aver inserito l’indirizzo con tanto di visualizzazione di ogni percorso direttamente sulla cartina a largo raggio. La visuale può essere sia in 2D che in 3D, ma purtroppo nella seconda mancano i rendering degli edifici nelle zone centrali della città. Del resto non l’hanno in molti. Molto comoda la possibilità di dividere lo schermo in due, mostrando a destra la visuale 2D o 3D del percorso, mentre a sinistra la prossima manovra da effettuare. Naturalmente si può anche scegliere se visualizzare solamente la mappa 2D-3D oppure solamente l’indicazione successiva, il tutto in maniera rapida premendo il pulsante NAV sulla plancia. A supporto delle indicazioni del navigatore c’è anche lo schermo monocromatico rosso tra tachimetro e contagiri. Le mappe utilizzate sono quelle del leader mondiale Navteq, che nel pacchetto Europa integrano 30 nazioni. Costo dell’aggiornamento € 179, che comprende tutta l’Europa su SD.

Il telefono

In tutto si possono collegare fino a cinque dispositivi differenti. La connessione richiede pochissimi secondi, come dovrebbe sempre essere. Finita la procedura si visualizzerà su schermo il dispositivo in uso con tanto di operatore telefonico utilizzato, dettaglio non indispensabile, ma nel caso si utilizzi un telefono dual sim (come gli NGM per esempio) risulta senz’altro comodissimo. In chiamata nessun problema: la macchina è ben insonorizzata, per cui la conversazione è chiara sia in trasmissione che in ricezione, anche con molto rumore sullo sfondo oppure in autostrada a velocità sostenuta. Come da aspettative.

Riconoscimento vocale

Il tasto di attivazione si trova sul volante. Appena schiacciato si attiva il silenziamento di navigatore e impianto audio. A questo punto un messaggio vocale invita a pronunciare un comando e un menu di aiuto con i comandi più importanti viene visualizzato nello stesso istante sul display. I comandi vengono “presi” abbastanza bene, anche se per evitare di ripeterli conviene sempre aspettare circa un secondo dopo il segnale acustico.

Prezzi

Navi 900 – € 1.050 (con videocamera posteriore € 1.290)
Navigation system, display a colori da 7″, mappe Europa su SD card, sistema “EcoRoute” per il calcolo del percorso ecologico, riconoscimento vocale, “Logbook” per memorizzazione itinerari e visualizzazione foto, connettore Aux-in, porta USB.

Premium Pack Navi 900 – € 1.900
Vivavoce Bluetooth, sensori parcheggio anteriori e posteriori, cerchi in lega da 18”, radio CD400 con lettore Mp3, 6 altoparlanti (7 con Bluetooth), presa ausiliaria Aux-in, graphic info display.

Aggiornamento Mappe – € 179
Comprende tutta l’Europa su SD.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Interfaccia intuitiva, molti pulsanti scorciatoia diretti e buona resa audio.Schermo non touchscreen, opzioni per il miglior percorso non selezionabili dalla mappa e posizione della presa USB.

Opel Zafira Tourer NAVI 900: la Pagella di Motorionline

Interfaccia:★★★☆☆ 
Comandi:★★★★☆ 
Audio:★★★☆☆ 
Audio:★★★☆☆ 
Navigatore:★★★☆☆ 
Comandi vocali:★★★☆☆ 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati