Pininfarina Battista: livrea in fibra di carbonio blu a vista per il primo esemplare “su misura” [FOTO e VIDEO]

Look dell'hypercar elettrica ispirato a New York City

Il primissimo esemplare “su misura” della Pininfarina Battista, hypercar estrema ad alimentazione elettrica da 1.900 CV, ha definito il suo aspetto ed il risultato finale è davvero affascinante.

Ispirata a New York City, la veste estetica richiesta dal cliente della Battista prevede la combinazione cromatica di blu, bianco e rosso realizzata attraverso il programma di personalizzazione Bespoke di Automobili Pininfarina, che è a disposizione di ognuno dei 150 clienti della Battista che possono sbizzarrirsi con opzioni illimitate durante la progettazione della propria auto. 

Carrozzeria in carbonio blu 

A prima vista gli esterni potrebbero sembrare una semplice insieme di colori blu, rosso e bianco, ma guardando più attentamente la carrozzeria dell’hypercar si scopre che il blu profondo non è una tinta, quanto invece la trama a vista della fibra di carbonio in blu. Chiamata Exposed Signature Carbon in Blu Iconica, Pininfarina spiega che si tratta della prima applicazione di questo genere nell’industria automobilistica. Le parti della Battista che verranno verniciate, saranno invece realizzate a mano e, come spiegato dall’azienda italiana, serviranno centinaia di ore di lavoro per essere completate. 

Le particolari strisce rosse e bianche esaltano la fluidità della silhouette della Battista, mentre sul profilo spiccano anche i cerchi Impulso rifiniti in Dark Matt Grey e dotati di dado centrale in alluminio nero che si abbina al tetto, al diffusore, all’alettone posteriore e all’alloggiamento dei fari. 

Abitacolo di pregio

Gli interni di questa Battista propongono sedili Pilota rivestiti in pelle nera con gli schienali in carbonio Blu Iconica che richiamano la carrozzeria. Spiccano poi gli inserti in Blu Navy, le cuciture in rosso e bianco, i loghi rossi sui poggiatesta e le cinture di sicurezza bianche. L’abitacolo è poi impreziosito da finiture in alluminio spazzolato rosso e nero. 

Combinazioni infinite per esterni e interni

L’hypercar Battista, che raccoglierà l’eredità di quasi un secolo di Pininfarina, beneficerà di un programma di personalizzazione su misura sterminato, in grado di offrire 13,9 quintilioni di combinazioni uniche per gli esterni e 128 milioni per gli interni, ma con appena 150 esemplari previsti per la produzione, purtroppo non ne vedremo molte. 

I clienti della Battista saranno invitati nella rinnovata sede di Pininfarina, a Cambiano, per progettare la loro vettura in un nuovo atelier allestito proprio accanto alla linea di produzione, che sarà inaugurata entro la fine dell’anno. Clienti che avranno anche accesso al vicino museo, che ospiterà una collezione di veicoli storici e da collezione per “ispirare la prossima generazione di creature automobilistiche elettriche”. 

Tradizione all’insegna dell’unicità

Sara Campagnolo, Head of Colour and Materials Design di Automobili Pininfarina, ha dichiarato: “Il nome Pininfarina ha un’eredità storica di auto singole e la Battista continua questa eredità poiché ogni veicolo sarà davvero personalizzato nel design. I nostri clienti hanno l’opportunità unica di entrare a far parte della famiglia Automobili Pininfarina, immergendosi nel processo di progettazione con i nostri talentuosi artigiani che s’impegneranno a garantire che il veicolo rifletta in modo autentico la loro personalità e i loro gusti, creati con un tocco davvero personale. I clienti hanno l’opportunità di portare avanti lo sviluppo del lusso sostenibile, creando al tempo stesso un pezzo da collezione unico”.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati