Sabine Schmitz: ci abbandona la Regina del Nurburgring, aveva 51 anni

Il Nurburgring non sarà più lo stesso senza di lei

Sabine Schmitz: ci abbandona la Regina del Nurburgring, aveva 51 anni

Purtroppo ci lascia Sabine Schmitz, una donna decisamente carismatica ed energica che combatteva il cancro già dal 2017 e che gli appassionati chiamavano affettuosamente “La regina del Nurburgring” per via della sua vita praticamente passata al volante delle auto sui chilometri dell’inferno verde. 

Nasce ad Adenau nel 1969 e per via dell’attività di famiglia, un Hotel / ristorante a ridosso del circuito tedesco del Nurburgring la piccola Sabine cresce fin da piccola con il rombo dei motori in testa, specializzandosi dopo i 25 anni come pilota, inseguendo la sua passione. Dopo una serie di vittorie in competizioni amatoriali, Sabine diventa la prima donna al mondo a vincere la 24 ore del Nurburgring nel 1996, riconfermandosi vincitrice anche nel 1997 a bordo di una BMW M3. Le sue abilità al volante sono ormai chiare ottenendo anche altri risultati importanti in categorie simili in giro per il mondo, ma il suo cuore è a Nurburg. 

Negli anni successivi decide quindi di specializzarsi nelle gare “di casa”, specialmente le gare endurance proprio sul circuito del Nurburgring venendo invitata come conduttrice televisiva ed ospite in programmi come Fifth Gear, Top Gear e molti altri, gestendo anche un programma tedesco che vedeva alcuni ospiti salire come passeggeri in un “taxi” (Ring Taxi) guidato da Sabine a tutta velocità sul circuito tedesco. 

In tutta la sua carriera, Sabine vantava oltre 30 mila giri effettuati sul Nurburgring per un totale di oltre 750.000 km sulle curve scoscese dell’inferno verde. ha collaborato anche con BMW e Porsche per lo sviluppo di alcuni modelli e per la realizzazione di sport pubblicitari tedeschi, diventando una vera icona e simbolo del mondo automobilistico teutonico.

Nel 2017 però giunge la notizia di una rara forma di cancro che aveva colpito Sabine la quale, senza perdersi d’animo, continua nella sua carriera da Pilota sottoponendosi in contemporanea ad un trattamento sperimentale di chemioterapia a cui sono seguite diverse operazioni per cercare di contenere e rimuovere il cancro. Una lotta durata più di 4 anni, portata avanti con la stessa ferocia, determinazione e carisma con cui Sabine affrontava le pericolose curve del Nurburgring. Nel 2020 però si capisce che il cancro era tornato più forte e aggressivo di prima, allontanandola definitivamente dalla pista fino alla giornata di oggi, 17 marzo 2021, quando la coraggiosa Sabine Schmitz ci ha lasciato.

Le più sentite condoglianze da tutto il team di Motorionline.com. 

 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati