Salone di Tokyo 2021 cancellato: salta la kermesse in programma a ottobre

Scelta motivata dalla situazione pandemica in Giappone

Salone di Tokyo 2021 cancellato: salta la kermesse in programma a ottobre

L’edizione 2021 del Salone di Tokyo è stata ufficialmente cancellata. L’annuncio, dato dalla Japan Automobile Manufacturers Association (Jama) responsabile dell’organizzazione dell’evento, spiega di essere a arrivati a tale decisione a causa dell’attuale situazione pandemica in Giappone che non permette di garantire degli adeguati livelli di sicurezza.

Akio Toyoda, che riveste anche il ruolo di presidente della Jama, ha affermato: “Abbiamo deciso di annullare la manifestazione perché appare difficile riuscire ad offrire una programmazione di un certo rilievo in un ambiente sicuro”. 

Contesto epidemiologico in peggioramento in Giappone

Nelle ultime settimane nel paese del Sol Levante si sta registrando un nuovo incremento dei contagi da Covid che sta mettendo a rischio anche lo svolgimento delle Olimpiadi tra luglio e agosto. L’aumento dei casi di infezione e la crescente pressione sugli ospedali starebbero spingendo il governo nipponico a dichiarare lo stato di emergenza per le prefetture di Tokyo, Osaka e Hyogo. In un contesto così difficile, la Jama ha dunque deciso di cancellare, senza rinviare a data da destinarsi, l’edizione 2021 del Salone di Tokyo che si sarebbe dovuta tenere dal 20 al 31 ottobre prossimi. 

Non c’è intenzione di modificare il format dell’evento

La decisione di cancellare il Salone di Tokyo è arrivata mentre in Cina, epicentro della pandemia, si sta svolgendo il Salone di Shanghai. Sulla possibilità di modificare il format dell’evento rendendolo, magari anche parzialmente, digitale Toyoda è stato categorico: “Il Tokyo Motor Show collabora con una serie di industrie per immaginare un nuovo futuro per la mobilità e accoglie 1,3 milioni di persone in carne e ossa. Non vogliamo tenere l’evento online, vogliamo organizzarlo fisicamente. Ecco perché abbiamo scelto di cancellare la manifestazione”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati