Nuovo Dpcm: le regole dal 26 aprile, non cambia il coprifuoco

Il decreto sarà valido fino al prossimo 31 luglio

Nuovo Dpcm: le regole dal 26 aprile, non cambia il coprifuoco

Il 26 aprile l’Italia inizierà a riaprire. Dopo quanto annunciato dal premier Mario Draghi, nella conferenza stampa di venerdì scorso, è arrivata la firma sul nuovo decreto legge sulle riaperture, in vigore da lunedì. Quando faranno il loro ritorno le zone gialle, abolite un paio di mesi fa, anche se cambieranno alcune regole.

Spostamenti

Dunque, il monitoraggio dell’ISS di questa settimana sarà quello decisivo per vedere quali regioni avranno dati per entrare in zona gialla. Quasi tutte stanno avendo dati in miglioramento e buona parte dell’Italia avrà restrizioni minori. Ricordiamo che in zona gialla si può circolare liberamente all’interno della regione, senza la necessità dell’autocertificazione per giustificare gli spostamenti.

Un’altra novità è il ripristino dello spostamento tra regioni, vietato dallo scorso 21 dicembre. A partire dal prossimo 26 aprile, tra quelle in zona gialla ci si potrà muovere liberamente, mentre per potersi spostare tra quelle in zona arancione o rossa servirà un green pass, inizialmente cartaceo poi diventerà digitale.

Coprifuoco

Il coprifuoco resta dalle 22 alle 5, nonostante le richieste di regioni ed alcune forze politiche di posticiparlo almeno alle ore 23. Salvo cambiamenti, resterà sicuramente in vigore fino al 31 maggio, poi verrà valutato se ridurlo o eliminarlo, in base alla situazione epidemiologica.

Parenti e amici

Aumentano da 2 a 4 i parenti o amici che si potranno ospitare in casa propria in zona gialla o arancione, sempre verso una sola abitazione privata abitata e una volta al giorno dalle 5 alle 22, mentre in zona rossa restano vietate le visite. In zona arancione, le visite restano consentite solo all’interno dello stesso comune.

Ristoranti, sport e scuole

Da lunedì i ristoranti potranno riaprire, in zona gialla, a pranzo e a cena, ma solamente con i tavoli all’aperto, mentre all’interno potranno ospitare clienti dal 1° giugno (a pranzo). Dal 26 aprile tornano ad aprire anche teatri, cinema e spettacoli all’aperto, mentre al chiuso con un tetto del 50% e ad un massimo di 1.000 spettatori all’aperto e 500 al chiuso (non vale per gli eventi sportivi). Via libera agli sport all’aperto, compresi calcetto, basket e gli altri sport di contatto, senza l’utilizzo degli spogliatoi.

Le scuole superiori tornano in presenza in zona gialla e arancione, con l’obbligo di almeno il 70%, mentre in quella rossa saranno in presenza tra il 50 ed il 75%. Lezioni in presenza, sempre in zona gialla e arancione, anche all’università.

Le altre aperture

Ci sono anche ulteriori step sulle riaperture, in zona gialla: dal 15 maggio piscine, stabilimenti balneari e centri commerciali nei weekend e festivi, dal 1° giugno le palestre e l’accesso ad eventi sportivi, dal 15 giugno torneranno le attività fieristiche e dal 1° luglio parchi tematici, centri termali e convegni.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati