Nuova Skoda Octavia G-Tec a Metano – Com’è & Come Va

Nuova Skoda Octavia Wagon G-Tec Executive: la prova su strada, i consumi e l'autonomia della station wagon a metano

Abbiamo provato la nuova Skoda Octavia G-TEC a Metano 2022, in veste Station Wagon, una delle vetture forse più intelligenti dell’interno mercato automobilistico attuale. Spaziosa, con i suoi 4 metri e 69 di lunghezza, capiente con un bagagliaio da 490 litri, percorrenze di circa 400 km con meno di 20 euro di metano e un prezzo di listino a partire da 30.900 euro

Dimensioni 

La quarta generazione della Skoda Octavia cresce di 3 centimetri rispetto al passato, arrivando ora a 4 metri e 69 cm di lunghezza per 1 metro e 83 di larghezza e 1 metro e 48 di altezza. Non varia invece il passo, sempre 2 metri e 67 cm mentre il peso dichiarato è di 1.419 kg, un po superiore rispetto alla Octavia a benzina per via delle 3 bombole di metano situate nella zona posteriore: due in materiale composito e una in acciaio, per una capacità complessiva di 17,3 kg di metano e solo 9 litri per il serbatoio di benzina.

Design

Si rinnova con un look più tagliente e moderno, condividendo il linguaggio stilistico con le altre Skoda in gamma. Le linee infatti sono tutte segmentate e spigolose. Nel frontale debutta una nuova calandra scura con i fari dal nuovo design assottigliato che si spingono fino alla tecnologia full-led Matrix, a richiesta. La forma è slanciata ma armonica, per essere una Station Wagon e nel retro si ritrova un look sobrio ma non per questo banale con gruppi ottici LED dal design elaborato e tridimensionale. La nostra versione è accessoriata con l’allestimento Executive, a metà gamma, quindi non particolarmente ricercato dal punto di vista estetico. Se cercate il Top, è sicuramente indicata la versione Style o, ancora meglio, Sportline con paraurti e minigonne dedicate, finiture nere lucide e cerchi in lega fino a 19″. 

Interni 

Da sempre Skoda fa rima con praticità e concretezza, oltre a soluzioni intelligenti per migliorare la vita a bordo. Per questa nuova generazione si è spinto tanto verso la semplicità all’interno, riducendo al massimo i tasti fisici per inglobare tutte le funzioni all’interno del sistema multimediale da 10,2 pollici. Una soluzione positiva dal punto di vista dei costi di produzione ma non perfetta per ciò che riguarda l’ergonomia in marcia che perde dei punti rispetto al passato. 

Sulla plancia colpisce subito la presenza del grande display da 10,2 pollici completamente touch, sotto al quale è presente una barra, anch’essa touch per la regolazione del volume e della temperatura del clima. Purtroppo non è retroilluminata, ma il gesto risulta abbastanza intuitivo, quindi non c’è un gran problema. Si sviluppa tutto in orizzontale, con una modanatura silver in plastica che la percorre da parte a parte. I materiali sono buoni, sia nella parte alta che al centro della plancia. Nella zona bassa appare qualche plastica rigida, ma più che normale. Al centro del tunnel trovano posto due porta bevande e il manettino by-wire per la selezione della marcia, contornato, purtroppo dal piano black, sempre molto soggetto a graffi e polvere. Soddisfacente il nuovo volante in pelle a due razze, ben rifinito, con comandi solidi e ricercati, come i due rotori in alluminio per la regolazione del volume e della strumentazione digitale presente di fronte al guidatore. C’è anche un poggiabraccio mobile che nasconde un generoso pozzetto svuota tasche. Da lode la finitura felpata per le tasche laterali delle portiere mentre appare un po’ fragile il porta occhiali sul cielo dell’abitacolo: spesso genera alcune vibrazioni sull’asfalto ruvido. Peccato anche per i tasti a pianoforte al centro della plancia, realizzati in plastica rigida e dal feedback tattile non proprio soddisfacente. Non mancano poi alcune chicche di Skoda come il raschietto per il parabrezza posto nello sportellino del serbatoio oppure l’ombrello con logo Skoda inserito nella portiera del guidatore. Risponde presente anche la comoda torcia Led estraibile, situata nel bagagliaio.

Infotainment

Di serie su tutte le versioni il nuovo sistema multimediale da 10,2 pollici di diagonale, rapido, semplice da utilizzare e perfettamente intuitivo. Gode di un’ottima sensibilità al tocco e sono presenti due tasti touch al lato per rimandare alla home o al menu principale. E’ completo di tutto con la sincronizzazione per smartphone Apple o Android, entrambi anche wireless ed è connesso. Dallo schermo si gestisce anche la climatizzazione in modo rapido e semplice, anche se avremo preferito le care e vecchie manopole o dei tasti fisici dedicati. Ci sono anche due prese USB C davanti alla leva del cambio mentre la strumentazione digitale dietro al volante è disponibile a richiesta oppure di serie dal secondo allestimento Executive.

Abitabilità 

Con i suoi 2 metri e 67 di passo è sorprendente lo spazio che riesce a ricreare a bordo, con una bocca d’accesso ampia e comoda e una generosa ampiezza di apertura delle portiere. Dietro c’è margine in abbondanza per gambe e testa, soprattutto nella versione station wagon, con il tetto che non si abbassa come nella berlina. Un po’ sacrificato il passeggero centrale per via di un tunnel particolarmente rialzato ed ingombrante. Sono anche presenti le ormai rare bocchette d’aerazione e prese usb per i passeggeri posteriori. Per 250 euro è disponibile anche lo Sleep Pack, che inserisce le tendine parasole, una coperta da viaggio e dei sostegni laterali per la testa, utili per dormire comodi anche durante i lunghi viaggi.

Bagagliaio 

Punto forte della Octavia Wagon è sicuramente il suo bagagliaio, a partire da 490 litri, circa 100 litri in meno della versione a benzina per via delle bombole del metano situate sotto al piano di carico, infatti si perde il doppiofondo. Ad ogni modo la bocca d’accesso è davvero bassa, regolare e priva di scalini. La moquette riveste ogni angolo del bagagliaio e ci sono molte soluzioni pratiche: ganci porta borse, scompartimenti laterali e anche una sorta di amaca per organizzare al meglio il carico in zona sopraelevata. Abbattendo poi la seconda fila di sedili, lo spazio di carico arriva a ben 1.700 litri totali. 

Prova su Strada 

Le station wagon stanno sempre più sparendo dalla circolazione ma rimangono comunque tra le auto più comode, pratiche e intelligenti sul mercato. Hanno un baricentro basso, sono ideali per i viaggi, risultano migliori rispetto ai suv dal punto di vista aerodinamico e, perciò, anche dei consumi. Hanno un vano di carico stupefacente e una linea più da rappresentanza. Non a caso, ad oggi, sono tra le auto più scelte da chi deve fare molti km per lavoro e necessità di un vano di carico regolare e profondo per caricare della merce. Questa Skoda Octavia G-Tec a metano però accentua l’intelligenza di questo modello rendendolo davvero economico dal punto di vista dei consumi, ma ne parliamo tra poco.

Dal punto di vista dinamico non ha alcun tipo di pretesa sportiva. I suoi pneumatici con cerchio da 17 pollici e dalla generosa spalla 50 mettono subito in chiaro come la Octavia voglia essere una rilassata compagna di viaggio, con cui percorrere molti km in estremo comfort. E’ una delle migliori del segmento in termini di insonorizzazione a bordo e le sue sospensioni filtrano alla perfezione qualsiasi vibrazione. Un po’ si paga in curva con un rollio leggermente accentuato ma non c’è da preoccuparsi. Tutti i comandi sono semplici e leggeri, dallo sterzo al pedale del gas, mentre il pedale del freno è più rigido. A mio avviso un aspetto positivo per migliorarne la sicurezza in fase di frenata.

La versione G-Tec a metano è spinta da un 1.5 4 cilindri turbo da 131 Cv e 200 Nm di coppia abbinato di serie all’automatico DSG doppia frizione a 7 rapporti. Una meccanica già nota nel gruppo volkswagen ma che, per questa nuova applicazione, mi sembra essere stata ritarata in ottica conservativa. Il motore spinge bene ma solo a seguito di un’importante pressione sul pedale del gas. Non è particolarmente scattante nonostante un’accelerazione sullo 0-100 km/h coperta in 9,6 secondi ma sorprende la velocità massima ben 212 km/h. A riprova del fatto che sembra proprio pensata per i lunghi viaggi, risulta migliore la progressione e l’allungo piuttosto che la ripresa da basse velocità. 

Autonomia del metano 

Più che di consumi, con un’auto a metano, risulta più opportuno parlare di autonomia, quindi quanti km è possibile percorrere da pieno a pieno? Skoda dichiara un valore massimo di 440 km e nelle due settimane in sua compagnia siamo riusciti a registrare un valore massimo di 429 km, con altri 15 km rimanenti, stando alla strumentazione di bordo. Questo vuol dire che, in condizioni ottimali e con prevalenza di percorso autostradale, non è impossibile toccare anche i 450 km. In città invece il metano soffre un po’, unito ad un cambio dalle marce particolarmente lunghe. Infatti, in solo ciclo urbano, non siamo riusciti a spingerci oltre i 360 km. Generalmente, non è impossibile raggiunge medie di 4 kg di metano per 100 km, praticamente lo stesso valore dichiarato da Skoda.

Prezzi 

Il listino prezzi della nuova Skoda Octavia Wagon parte da una base di 25.700 euro, per il mille a benzina da 110 CV in allestimento Ambition, alla base della gamma. Quattro sono i diversi allestimenti disponibili, con Ambition, Executive, Style e Sportline. I diesel attaccano da 29.450 euro mentre per la versione G-Tec a metano, il prezzo di partenza è di 30.900 euro. L’auto in prova, con allestimento Executive e qualche optional, ferma il prezzo a circa 36 mila euro.

Pro e Contro 

+ Comodità in viaggio e ottima insonorizzazione dall’esterno 

+ Basso costo al chilometro, rimane vantaggioso nonostante gli aumenti di prezzo del metano 

+ Tanto spazio a bordo, vani porta oggetti e attenzione alla praticità in viaggio, con soluzioni intelligenti in pieno stile Skoda 

– I sensori di parcheggio e la retrocamera non sono di serie sul secondo allestimento Executive

– L’1.5 TSI e il cambio dalle marce piuttosto lunghe non la rendono molto scattante, facendole consumare un po’ di più in città

– Qualche finitura in plastica della plancia potrebbe essere più solida e robusta

Skoda Octavia Wagon G-TEC a Metano: Scheda Tecnica

Dimensioni: 4,69 m lunghezza x 1,83 m larghezza x 1,47 m altezza x 2,67 m passo
Motore: 1.5 4 cilindri TSI
Potenza: 131 CV e 200 Nm di coppia 
Trazione: anteriore
Cambio:DSG, doppia frizione 7 marce;
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 9,6 s
Velocità massima: 212 km/h 
Bagagliaio: 490 litri
Consumi Metano: 4 kg/100 km (rilevati in ciclo misto)
Serbatoio Metano:17,3 kg
Serbatoio Benzina:9 litri
Prezzo: Da 30.900 €

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati