Stellantis: lo stabilimento di Mirafiori sarà convertito a EV Hub per le elettriche

A Mirafiori saranno prodotte le future Ghibli e Quattroporte elettriche

Stellantis: lo stabilimento di Mirafiori sarà convertito a EV Hub per le elettriche

Stellantis, il nuovo gruppo automobilistico nato dalla fusione paritetica tra PSA e FCA continua a riorganizzare le carte per migliorare e rendere più efficienti le strategie produttive nonché ammodernare i centri di produzione. Sotto alla lente d’ingrandimento la storica fabbrica di Mirafiori, a Torino, quasi sicuramente destinata a diventare un nuovo Hub per i futuri veicoli elettrici

Una nuova piattaforma ad alte prestazioni per Maserati

Secondo le ultime indiscrezioni, l’obiettivo per la storica sede torinese sarebbe la creazione di un centro adibito alla produzione e assemblaggio dei veicoli elettrici di grossa taglia, con una nuova piattaforma elettrica dedicata. Si legge quindi fra le righe che potrebbe ospitare il sito di produzione delle prossime Maserati Ghibli e Qattroporte elettriche, in programma tra il 2022 e il 2024. Si unirebbero così alle catene di produzione della nuova Fiat 500 elettrica e della Maserati Levante, abbandonando la sede di Grugliasco, alle porte del capoluogo piemontese. 

I 1.100 dipendenti dello stabilimento periferico saranno trasferiti a Mirafiori entro la fine del 2024, senza particolari complicazioni a livello di occupazione. Questo storico passaggio di consegne stabilisce, quasi certamente, la fine delle attività produttive dello stabilimento di Grugliasco, circa 10 anni dopo l’inserimento delle linee di produzione di Maserati. 

Carlos Tavares riorganizza gli stabilimenti italiani 

Durante una recente intervista, Carlos Tavares, Amministratore Delegato di Stellantis, aveva comunicato anche ai principali sindacati italiani che i centri produttivi del nostro paese raggiungevano costi di produzione anche 4 volte superiori ai siti gestiti da PSA in Spagna e Francia. Le cause sarebbero da ricercare in una minore produttività, minori sinergie di scala e minor efficienza durante alcuni processi, comparati con quelli di altri modelli simili del gruppo francese. 

Così è stato anche riprogrammato un assetto produttivo nel centro di Melfi, in Basilicata, unendo le due linee di produzione già esistenti in un unica catena di produzione più versatile. Tra le novità previste per il nostro paese si segnala anche il nuovo centro di produzione di Termoli, in Molise, uno dei tre nuovi siti europei di Stellantis interamente destinato alla produzione di batterie agli ioni di litio. 

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati