Toyota Aygo e Yaris 1.0 VVT-i, efficienza e tecnologia in un unico motore

Consumi contenuti e basse emissioni per un tre cilindri ideale per la città

Le nuove Toyota Yaris e Toyota Aygo sono sempre più popolari e non solo per l'efficiente sistema ibrido della prima e per il look inconfondibile della seconda. Entrambe, infatti, condividono il motore 1.000 VVT-i da 69 CV, che nonostante sia "solamente" a benzina riesce a ottenere risultati di consumi ed emissioni davvero notevoli
Toyota Aygo e Yaris 1.0 VVT-i, efficienza e tecnologia in un unico motore

Nonostante tutte le nuove tecnologie e i sistemi all’avanguardia che vediamo pubblicizzati quasi ogni giorno, al momento l’unica tecnologia veramente alla portata del grande pubblico per abbattere consumi ed emissioni è quella ibrida. In questo senso, Toyota è senza alcun dubbio una pioniera del settore, avendo lanciato la sua prima ibrida commerciale, la ben nota Prius, già nel lontano 1997. Il fatto che però le vetture ibride siano viste come il futuro più immediato, non significa che non sia possibile fare meglio anche nel campo dei motori termici tradizionali.

Ne è un’ampia dimostrazione il nuovo motore 1.0 VVT-i di Toyota, che è possibile trovare a disposizione su vetture come le popolarissime Aygo e Yaris. I risultati ottenuti da questa meccanica secondo i dati ufficiali sono davvero interessanti, grazie in particolare alla sua struttura e ad alcune soluzioni tecniche particolari. Parliamo innanzitutto della sigla che appare nel nome del motore, ovvero VVT-i. Si tratta del sistema di fasatura variabile, grazie al quale questa unità a tre cilindri è in grado di adattarsi a seconda delle varie condizioni di guida nelle quali può trovarsi. In particolare nelle situazioni di bassa potenza entra in gioco il ciclo Atkinson, una tecnologia di certo non nuova, ma che solitamente viene utilizzata nei motori ibridi sui quali Toyota ha grande competenza. Grazie all’inserimento di questo sistema sull’unità a benzina, la casa nipponica ha riportato un miglioramento del rendimento pari al 37%, con una media di mercato che invece si assesta intorno al 30%. Il risultato più immediato lo si vede nei consumi, che sempre secondo le statistiche ufficiali si sono abbassati del 15%, toccando i 24 km al litro nel ciclo combinato europeo con la Yaris e i 26 km con la più piccola Aygo.

Un risultato notevole, ottenuto anche grazie all’estrema leggerezza dell’intero sistema. Tra l’altro è bene sottolineare come questo motore sia anche in grado di abbattere le emissioni nocive, abbattendo l’agognato “muro” dei 100 grammi al chilometro di CO2. Grazie ai suoi 99 grammi il 1.000 VVT-i della Yaris è perfettamente inserito all’interno delle normative Euro 6, mentre l’Aygo tocca il suo personalissimo record di 88 grammi al chilometro. Inoltre i suoi 69 CV di potenza massima gli consentono anche di avere una giusta agilità all’interno del traffico urbano, l’ambiente dove per forza di cose mette in risalto le sue qualità migliori.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Toyota porta a Ginevra la nuova Aygo [VIDEO]

Il nuovo design parte dalla forma a X del muso, ma con paraurti e fari anteriori aggiornati
Toyota – La casa giapponese introduce alla nuova edizione del Geneva International Motor Show 2018 la piccola Aygo, rivista esteticamente