Microtelecamera nascosta nella mascherina per sostenere l’esame della patente: scoperto e denunciato

È accaduto alla Motorizzazione di Pordenone

Microtelecamera nascosta nella mascherina per sostenere l’esame della patente: scoperto e denunciato

Aveva nascosto una microtelecamera all’interno di una mascherina FFP2 per sostenere l’esame della patente B, così un giovane si è presentato alla Motorizzazione di Pordenone. Peccato però il candidato “furbetto” sia stato smascherato dagli agenti della Polizia stradale di Pordenone, che si sono finti esaminatori, e hanno scoperto il tentativo del giovane, denunciandolo.

Gli agenti, come si apprende dal sito della Polizia che ha reso nota la vicenda, sono stati insospettiti dal comportamento anomalo del giovane, che per di più aveva un insolito rigonfiamento nella mascherina che indossava. Atteggiamenti di palese nervosismo, con un continuo portarsi delle mani all’altezza della bocca e una postura innaturale quasi a voler nascondere qualcosa, hanno attirato l’attenzione dei poliziotti. 

Denunciato per truffa

Così alla fine dell’esame il candidato è stato invitato dagli agenti a consegnare la mascherina indossata. A questo punto la scoperta che in realtà il ragazzo indossava due mascherine FFP2 sovrapposte tra le quali era stato montato un congegno con una piccola telecamera che permetteva di inviare le immagini delle domande d’esame. Dall’altra parte chi aiutava il ragazzo inviava le risposte corrette attraverso lo smartphone che il candidato aveva in tasca: una vibrazione in caso di risposta vera, due vibrazioni per quelle false. Scoperto il trucchetto gli agenti hanno denunciato il giovane per truffa. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati