Volkswagen blue-e-motion, a Shanghai va in scena l’ecologia

Volkswagen blue-e-motion, a Shanghai va in scena l’ecologia

Volkswagen ha presentato a Shanghai cinque nuove vetture caratterizzate dalle più recenti e sofisticate tecnologie ecologiche che la casa tedesca ha a disposizione. Tre di esse sono caratterizzate, in particolare, dal sistema di nuova concezione denominato “blu-e-motion”. Si tratta della Up!, della Golf e della Lavida. Queste sono state poi seguite dalla Passat Lingyu Fuel Cell, progettata in collaborazione con l’Università Tongji, e dalla Touareg Hybrid.

«Per affermarsi, l’auto elettrica dovrà essere accessibile ai più e adattarsi perfettamente all’uso quotidiano – ha dichiarato Martin Winterkorn, presidente del cda di Volkswagen – Solo così, con elevati volumi di produzione, possibilmente in tutti i continenti, si potrà davvero parlare dell’inizio dell’era dell’elettromobilità e di un significativo miglioramento sul fronte della tutela ambientale.»

Secondo i progetti della casa, la Volkswagen dovrebbe divenire, grazie soprattutto alla Golf, leader indiscusso della mobilità sostenibile entro il 2018, esattamente due anni prima del milione di veicoli elettrici circolanti promessi dallo stesso governo tedesco. «Le auto elettriche del futuro ci offrono enormi opportunità per creare una mobilità ancora più sostenibile – ha continuato Winterkorn – Nell’interesse dell’ambiente, tuttavia, dobbiamo fare in modo che l’energia necessaria al funzionamento di queste vetture venga prodotta in modo rigenerativo, ossia da fonti rinnovabili. Dal momento che le Case automobilistiche non possono esercitare alcuna influenza sul tipo di impianti creati, spetta ai governi assicurare lo sfruttamento di fonti di energia ecologiche. Solo così potremo assistere a un’autentica svolta.»

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Notizie

Citroën, nuovo showroom in Cina

La double chevron sbarca sulla Nanjing Road di Shanghai
Essendo il mercato europeo non proprio al meglio della sua forma, Citroën sta curando la propria immagine a livello mondiale