Tesla: un video per scoprire l’enorme Gigafactory di Shanghai da 2 miliardi di dollari

Un grande successo nei mercati orientali, la Cina impazzisce per la Model Y

Tesla: un video per scoprire l’enorme Gigafactory di Shanghai da 2 miliardi di dollari

La nuova fabbrica di Tesla nel sito di Shanghai è stata realizzata in un tempo record di circa 2 anni, dopo l’inizio dei lavori datato gennaio 2018. L’enorme impianto produttivo sarà il quartier generale di tutto il mercato asiatico del brand americano, una scelta strategica per poter assicurare una grande copertura di tutta l’area orientale e poter abbattere gli inevitabili costi di trasporto se le vetture fossero costruite solo sul suolo americano. In questo sito verranno costruite principalmente Model Y e Model 3, due auto fondamentali per questa area geografica, mentre le Model S ed X continueranno a venire esportate da altri siti produttivi. 

La prima auto è stata consegnata nel mese di dicembre 2019, una Tesla Model 3 e negli ultimi mesi tutta la catena di produzione è stata rivista per poter ospitare la Model Y. Circa 2.000 sono gli impiegati di questa fabbrica, per circa 880 mila metri quadrati, per un costo di investimenti prossimo ai 2 miliardi di euro

Tesla Model Y, l’inizio della rivoluzione 


Secondo molti addetti ai lavori, la Tesla Model Y sarà ancora più penetrante nel mercato rispetto alla Model 3 grazie alla sua carrozzeria da mini SUV e grazie ad un prezzo leggermente più contenuto rispetto a quello della berlina. Sarà l’auto che consentirà a Tesla di affermarsi definitivamente nel mercato dei veicoli elettrici a livello globale, forte dei grandi numeri di produzione che questo nuovo impianto potrà assicurare. 

Il prezzo di partenza della Model Y è di circa 52 mila dollari in Cina e 49 mila dollari in America, di poco superiore rispetto al prezzo previsto per la sua più diretta rivale, la Volkswagen ID.4, ad ora però ancora bloccata da alcuni rallentamenti nelle fasi produttive. 

Dal video che vi mostriamo qua in copertina, si può facilmente notare come lo spazio destinato alle Model Y sia decisamente più vasto rispetto a quello occupato dalle Model 3 a testimoniare come il produttore Californiano stia puntando maggiormente ad una più veloce fase di consegna del SUV elettrico rispetto alla berlina. Il successo della Model Y in Cina e paesi limitrofi sembra già esploso dal momento che alcuni media locali riferiscono su Reuters alcuni crash del sito Tesla dovuti ai continui ordini registrati dall’applicativo. Tutti vogliono la Model Y e Tesla non può farsi trovare impreparata. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    Tesla: nuovi ritardi per la Gigafactory di Berlino

    Un continuo susseguirsi di autorizzazioni mancanti, malumori e incomprensioni tra Tesla e il Governo tedesco
    Tesla, il brand californiano di Elon Musk che dal 2020 sta vivendo un’ascesa impressionante tra le big del mondo automotive,