Audi A1 2021: nuovo infotainment e nuovi motori

Importanti aggiornamenti per A1 Sportback e A1 Citycarver con certificazione WLTP di grado massimo

Audi A1 2021: nuovo infotainment e nuovi motori

La seconda generazione di Audi A1, uscita nel 2018, viene aggiornata grazie al sistema di infotainment più evoluto della Casa dei Quattro Anelli. I modelli A1 Sportback e >A1 Citycarver 2021 potranno godere del nuovo MIB 3 e di motori a benzina con il grado massimo di certificazione WLTP.

Hey Audi o Alexa?

Lo step evolutivo che porta la nuova Audi A1 dal precedente MIB 2+ all’infotainment MIB 3 porta in dote un sistema con una maggior potenza di calcolo e funzionalità oltre all’aggiornamento gratuito mensile delle mappe (non più ogni tre mesi). In più l’assistente vocale è ora attivabile con il comando “Hey, Audi” oppure direttamente “Alexa” visto che il sistema è di proprietà Amazon. I comandi MMI vengono perfettamente integrati e l’utente può utilizzare il dispositivo proprio come se fosse a casa, con tutti i servizi disponibili abilitati. Nuova anche la schermata home del menu principale oltre alla comparsa di prese USB di tipo C (prima erano solo in formato di tipo A).

Nuovi motori

La nuova Audi A1 riceve l’omologazione antinquinamento Euro 6d-ISC-FCM (WLTP 3.0) per i motori benzina 1.0 30 TFSI 110 CV e 1.5 35 TFSI 150 CV. I consumi scendono del 10% con dati omologati a 6,4-6,7 litri per 100 km mentre il 1.0 3 cilindri TFSI ha consumi registrati pari a 6,2-6,5 litri per 100 km. La nuova gamma di Audi A1 è già ordinabile con un listino prezzi che parte da 22.200 euro per la Sportback e da 24.300 euro per la Citycarver.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Il Premio Auto Europa spegne le prime 35 candeline

Audi 80, Alfa Romeo 156 e Citroën XM si sfideranno in un confronto
In collaborazione con Automotoclub Storico Italiano (ASI), l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive (UIGA) ha scelto tre vetture, fra le 35 premiate