DS 7 Crossback 2020: come viaggiare sul proprio divano… [FOCUS]

DS 7 Crossback 2020: come viaggiare in salotto grazie agli interni del SUV

DS 7 Crossback 2020: come viaggiare sul proprio divano… [FOCUS]

E’ tempo di vacanze finalmente. Un po’ di meritato relax ma, a dirla tutta, a nessuno fa piacere affrontare con la propria vettura le code che caratterizzano l’esodo di agosto.

Magari poter affrontare le fatiche del viaggio che porta alle agognate vacanze potendo viaggiare in tranquillità. Ecco, se avete la DS 7 Crossback il viaggio sarà un po’ più comodo del normale. Come perché! Ma poiché gli interni dell’auto sono stati studiati per assomigliare il più possibile al vostro salotto; pratico e bello.

I sedili sono imbottiti con spugne poliuretaniche ad alta densità, che filtrano meglio le asperità del fondo stradale e non si deformano nel tempo. La funzione massaggio, per i modelli che la prevedono, è stata modificata dal punto di vista tecnico, e prevede ora delle “sacche” d’aria programmabili a intensità variabile. Le versioni riscaldate e ventilate assorbono e riemettono fino a 40 m3 di aria all’ora, per un comfort ottimale. Infine, è importante sottolineare che DS 7 Crossback propone di serie degli schienali posteriori reclinabili elettricamente, per rendere i viaggi ancora più riposanti, anche per i passeggeri dei posti posteriori.

E poi c’è la massima insonorizzazione dell’abitacolo grazie a isolanti a livello della paratia (tra motore e abitacolo), nei passaruota, sotto al cofano, nei pannelli delle portiere, nel tetto e a livello dei tappetini. DS 7 Crossback può anche vantare vetri laterali stratificati, davanti e dietro. 

Si ma nel mio salotto c’è il mio televisore…“. Ebbene, sulla DS 7 Crossback non hai il tv ma puoi contare sul car hi-fi con ben 14 altoparlanti con una potenza di 515W e l’immancabile touchscreen per comandare l’infotainment. Certo non ci potrai guardare le tue serie Netflix preferite ma puoi sfruttare la navigazione connessa con informazioni sul traffico in tempo reale, meteo lungo il tragitto e anche avere accesso a Internet e utilizzare le funzioni del proprio smartphone attraverso Apple CarPlay o MirrorLink. Certo che la presenza anche di Android Auto non avrebbe guastato.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati