Mercedes-Benz EQA 250 | Com’è & Come Va

La prova su strada, l'autonomia e le specifiche tecniche della Nuova Mercedes-Benz EQA

Debutta la seconda vettura del brand elettrico EQ di Mercedes, la Nuova Mercedes-Benz EQA che avevamo già provato in anteprima qualche mese fa (qui la prova). Con una potenza di 190 CV e 375 Nm di coppia risulta scattante e agile anche nel traffico cittadino, vantando un’autonomia dichiarata di 426 km in ciclo WLTP. I prezzi della Nuova Mercedes EQA partono da una base di 51.150 euro, ma con gli ecoincentivi statali si può scendere di quasi 10 mila euro. 

Le dimensioni 

La Mercedes EQA presenta delle dimensioni e proporzioni quasi identiche a quelle della cugina GLA, ma è circa 5 cm più lunga, arrivando ora a 4 metri e 46 cm. E’ larga anche lei 1 metro e 83 cm ma guadagna 1 cm in altezza, ora 1 metri e 62 cm. Non varia neanche il passo, sempre 2,73 metri ma a variare in modo più significativo è il peso, ora si sfiorano le 2 tonnellate. 

Design 

Da uno sguardo distratto potrebbe sembrare una più comune Mercedes GLA, con cui condivide tra l’altro anche il pianale e le sospensioni, ma soffermandoci ad esempio sul frontale noteremo una nuova mascherina schermata e nuovi gruppi ottici dedicati, uniti al centro da una sottile striscia a Led, molto futuristica. L’esemplare in prova è accessoriato con il pacchetto Premium, quindi riceve paraurti dedicati, con maggiori appendici aerodinamiche e finiture di livello superiore. Troviamo anche dei nuovi cerchi in lega da 19” e nel retro svettano le luci LED Coast to Coast, unite anche in questo caso, con un design davvero ben riuscito. Un timido estrattore svetta nella parte inferiore ed unito al fondo carenato, regala alla EQA un cx aerodinamico di 0,28, un ottimo valore per la tipologia di vettura.

Interni 

All’interno la Mercedes EQA ripresenta il design e la qualità a cui mercedes ci ha ormai abituato con i modelli del nuovo corso. Non manca l’impostazione dell’MBUX con il doppio schermo da 10,25 pollici e le bocchette d’aerazione in stile aeronautico. Con il pacchetto premium si guadagnano dei sedili dalla forma sportiva, con sponde più pronunciate e cuciture rosse. Anche il volante riceve una corona in pelle traforata e nuove finiture silver per le razze laterali. Ottima la posizione di guida, rialzata sulla strada ma ben inserita nell’abitacolo per poter godere di un’ottima visuale dello spazio circostante. Completano l’opera le luci ambientali multicolore, con una nuova trama luminosa di fronte al sedile del passeggero.

Infotainment

Lo conosciamo ormai bene, l’MBUX di Mercedes è un punto di riferimento nel mondo dei sistemi multimediali di bordo. Rapido al tocco e dall’ottima risoluzione, quasi al pari di un iPad, si può anche comandare dal tasto touch sul volante o dal pad sul tunnel centrale. Tantissime le informazioni visibili dalla combinazione dei due schermi, così come gli stili dei display. Abbiamo radio DAB, protocolli Apple Carplay Wireless e Android auto, connessione LTE e hotspot wifi. La navigazione è anche intelligente, scegliendo il percorso più idoneo per contenere i consumi dell’auto o per programmare una sosta per la ricarica lungo il tragitto.  E’ anche inclusa una schermata EQ dedicata, da cui poter controllare i flussi di energia, i consumi della batteria, la temperatura di esercizio, il tempo stimato per la ricarica e molto altro. 

Abitabilità 

Lo spazio a bordo non manca, sia per le ginocchia dei passeggeri posteriori ma anche per la testa, complice il tetto abbastanza alto. Le sedute sportive dell’allestimento Premium sono meno soffici di quelle standard ma più ricercate, con materiali e colori che ci rimandano al mondo AMG. Sono presenti le bocchette d’aerazione nel retro così come una presa USB C e le luci soffuse. Davanti però, non sono presenti di serie i sedili elettronici, costringendoci alla sola regolazione manuale, un piccolo difetto considerato il costo extra dell’allestimento Premium. 

Bagagliaio 

Il portellone automatico è di serie fin dai primi allestimenti tuttavia la capacità non è proprio il suo forte, partendo da circa 330 litri ovvero 100 litri abbondanti in meno rispetto alla GLA più tradizionale, per via dei cablaggi e dei caricatori inseriti sotto al pianale del posteriore. E’ comunque ben rifinito, con due comode tasche laterali e, abbattendo i sedili secondo uno schema 40:20:40, si ha accesso ad un vano da oltre 1.300 litri.

La prova su strada 

Al volante della Nuova Mercedes EQA si apprezza subito la posizione di guida rialzata che consente di avere un’ottima visibilità circostante e nelle manovre più strette o nei parcheggi si ottiene un buon aiuto dalla retrocamera e dai sensori di parcheggio, anche se alle volte capita che questi inizino ad emettere rumore senza un reale ostacolo vicino. Rispetto alla GLA sembra sia stato fatto un ottimo lavoro in termini ci comfort ed insonorizzazione, sia dalle vibrazioni del manto stradale ma soprattutto dai fruscii aerodinamici e in generale dai rumori provenienti dall’esterno. I vetri più spessi e l’abbondante materiale fono assorbente aiutano a mantenere ovattato l’abitacolo, in puro stile auto elettrica. Un piccolo appunto sulle sospensioni, sembrano forse leggermente troppo rigide per la tipologia di auto, probabilmente una conseguenza alla diversa taratura che i tecnici di Mercedes hanno dovuto trovare per assicurare alle sue due tonnellate di peso una dinamica di guida abbastanza stabile.

La tenuta di strada è buona, tuttavia nei cambi di direzione veloci si avverte subito il peso in eccesso che spinge l’auto a coricarsi abbastanza di lato, ma nulla di preoccupante vista la buona reattività del motore elettrico asincrono da 140 kW o 190 CV e 375 Nm di copia disponibili all’istante. La spinta non è proprio fulminea, come su altre elettriche ma si sente, riuscendo comunque a staccare un più che positivo 0-100 km/h in soli 8,2 secondi, fino ad una velocità massima di 160 km/h. Come sempre sulle vetture Mercedes abbiamo diverse modalità di guida. Oltre alle più classiche Comfort, Individual e Sport, quest’ultima capace di far erogare tutta la potenza disponibile alla vettura, quindi assicurando un migliore scatto al semaforo, abbiamo anche la più interessante Eco: viene limitata la potenza e aumentata leggermente la forza frenante in fase di rilascio. Vengono poi proiettati alcuni consigli sulla “guida eco” durante la navigazione, così da sollevare il pedale quando possibile e sfruttare la frenata rigenerativa. Questa, può essere poi regolata dai paddle presenti dietro al volante: con quello di sinistra si aumenta la frenata, con quello di destra si diminuisce. In pratica, prendendoci la mano possiamo premerli simulando quello che faremmo durante la guida con le marce di un cambio automatico, dimenticandoci quasi dell’utilizzo del pedale del freno, se non per fermarci al semaforo. 

Mercedes EQA: l’autonomia

Il valore dichiarato da mercedes è di circa 426 km in ciclo WLTP, tuttavia, anche con un uso accorto del pedale e cercando di sposare uno stile di guida tranquillo e adatto all’auto elettrica non siamo riusciti ad andare oltre a 350/360 km in ambito urbano. Un valore che scende a circa 280 km se invece percorriamo solo autostrada. Delle cifre comunque buone per non vivere più di tanto l’ansia da ricarica ma non eccellenti se messe in relazione alla sua batteria da 66 kWh. Altre elettriche riescono quindi a totalizzare un consumi di kW per 100 km sicuramente inferiori. 

Mercedes EQA: costi e tempi della ricarica

La Nuova Mercedes EQA dispone di serie di un caricatore integrato fino a 11 kW trifase in corrente alternata o 100 kW in corrente continua per poter sfruttare le torrette rapide. I tempi di ricarica sono quindi di circa 33h ore se si sceglie di ricaricare l’auto da rete domestica a 2,3 kW per coprire da 0 fino al 100%. Si scende poi a meno di 7 ore da una colonnina pubblica fino a 11kW o meno di 1 ora con la carica rapida fino a 100 kW.

I prezzi 

La gamma prezzi della Nuova Mercedes EQA parte da una base di 51.150 euro per la versione 250 in allestimento Sport, ma si può arrivare fino ai 61.100 euro per l’allestimento Premium Pro al vertice della gamma. Ricordiamo che è possibile beneficiare degli incentivi statali e regionali che possono abbassare il prezzo dell’auto fino a 10 mila euro in caso di rottamazione.

Pregi e Difetti 

+ Comfort ed insonorizzazione di alto livello 

+ Agilità e maneggevolezza nel traffico 

+ Posizione di guida 

– Capacità del bagagliaio 

– Il peso complessivo è vicino alle 2 tonnellate 

– Frenata poco modulabile e alle volte lunga

 Scheda Tecnica  
 Numero posti 5
 Bagagliaio 330 litri
 Alimentazione Elettrica
 Classe //
 Potenza 190 CV
 Prezzo (da) da 51.150€

 

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati