Opel Astra: si parla anche di una versione crossover [RENDER]

Dovrebbe venir basata sulla wagon Sports Tourer

Opel Astra: si parla anche di una versione crossover [RENDER]

La sesta generazione dell’Opel Astra è stata appena lanciata e, l’anno prossimo, sarà affiancata anche dalla classica versione station wagon Sports Tourer. Tuttavia, secondo gli ultimi rumors, potrebbe arrivare anche una terza (e inedita) versione: un modello rialzato, con uno stile ispirato ai crossover. Seguendo il trend del mercato.

Le caratteristiche ed il render

Questa versione, con codice interno OV54, diventerebbe una rivale della Golf Alltrack e della Focus Active Wagon e, con buona probabilità, verrà proposta sulla carrozzeria della Sports Tourer. Infatti, la maggior parte dei crossover del segmento C si basano sulle station wagon ed anche Opel probabilmente seguirà la tendenza.

A questo proposito, Carscoops ha realizzato un render proprio di questo modello, partendo dalla base dell’Astra Sports Tourer, con estensioni del parafango simili alla Mokka, un’altezza maggiore da terra ed una linea più robusta, appunto come avviene per i crossover. Resta, comunque, da non escludere la casa del fulmine pensi ad un crossover sulla base della hatchback. In questo caso, però servirebbe un investimento molto più importante e, in gamma, ci sono già tre SUV.

I motori

Per entrambe le ipotesi, tuttavia, i motori sarebbero ripresi dall’Astra ‘classica’, con le opzioni benzina, diesel ed ibride plug-in. Potrebbe esserci anche una versione 100% elettrica, visto che Opel ha già confermato l’arrivo dell’Astra-e per il 2023. Tutte le varianti Astra sono con la trazione anteriore, però Stellantis ha un sistema ibrido plug-in a trazione integrale per i C-SUV e potrebbe venire adottato anche dall’Opel Astra Cross. Ma aspettiamo nuove informazioni prossimamente.

1/5 - (1 vote)

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati