Opel: la nuova filosofia stilistica “Bold and Pure” [FOTO]

Opel Vizor e Opel Pure Panel

Opel: la nuova filosofia stilistica “Bold and Pure” [FOTO]

Un’immagine forte consente di essere identificabili. Opel ha dato spazio alla filosofia “Bold and Pure”, cioè “Audace e Puro”. Parole che sottolineano un’evoluta riconoscibilità.

Una nuova filosofia visiva

Opel Crossland e Opel Mokka sono i primi esempi di questo nuovo percorso estetico “Bold and Pure”. Si prosegue con Opel Grandland, nella definizione della variegata gamma SUV, poi ancora più recentemente con la nuova Opel Astra. Un ulteriore progresso per una realtà attiva da 160 anni, seguendo la visione futurista del fondatore Adam Opel.

Opel Grandland Hybrid4 (2021)

Parlando nel dettaglio della nuova filosofia, la zona anteriore risulta connotativa e l’Opel Vizor rappresenta un’ulteriore cambiamento di concetti consolidati. Un elemento sviluppato in larghezza e distinguibile per la quantità ridotta di elementi. Un minimalismo distintivo, dove spiccano il simbolo del fulmine e i tecnologici fari Opel Intellilux LED® a matrice. Lo storico logo appare ridisegnato, contraddistinto da un anello più fine, il noto “blitz” protagonista e la scritta Opel integrata nella parte inferiore dell’anello.

2020 Opel Mokka

Passando all’abitacolo, la plancia risulta reinterpretata secondo l’Opel Pure Panel. Le informazioni sono digitali e la già citata sobrietà è rimarcata da un numero contenuto di comandi fisici accessibili per le funzioni principali. L’allineamento dei due schermi agevola la consultazione delle informazioni e l’interazione con il sistema di infotainment.
In evidenza anche un tunnel centrale che prevede freno di stazionamento elettrico e un nuovo selettore del cambio delle versioni automatiche, senza troppi elementi che vanifichino l’essenzialità d’insieme.

2020 Opel Crossland

Foto: Opel

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati