Porsche Panamera MY 2017, emergono nuovi dettagli su struttura e interni

Niente cella in fibra di carbonio, ma design più sportivo e abitacolo hi-tech

La prossima versione della Porsche Panamera dovrebbe arrivare entro la fine del 2016 e presentare alcune novità molto interessanti. Una selezione di queste ci è stata raccontata in una speciale intervista curata dal magazine inglese Autocar
Porsche Panamera MY 2017, emergono nuovi dettagli su struttura e interni

Pochi giorni fa vi avevamo mostrato in anteprima un video spia ritraente la prossima versione della Porsche Panamera, che presumibilmente dovrebbe arrivare sul mercato tra un paio d’anni e far parte della collezione Model Year 2017. Ovviamente siamo ancora nelle fasi più acerbe dello sviluppo della vettura, ma i nostri colleghi inglesi di Autocar hanno avuto modo di scambiare alcune parole con Wolfgang Hatz, Capo della divisione Motori e Trasmissioni del Gruppo Volkswagen e membro del cda di Porsche. Dalla loro intervista sono usciti alcuni dettagli molto interessanti circa lo sviluppo della vettura.

Partiamo prima di tutto dall’abitacolo. Era girata insistentemente la voce che la nuova Panamera potesse essere realizzata con una speciale cella in fibra di carbonio, come già avviene per alcune supercar come Ferrari. Hatz, però, ha ammesso che questo genere di tecnologia per ora non è ancora abbastanza sviluppata per poter essere inserita nella produzione di massa. Nonostante questo, però, il peso della vettura dovrebbe essere abbattuto in maniera significativa, scendendo al di sotto della barriera dei 1.900 kg. Sono stati promessi anche dei nuovi allestimenti molto più lussuosi, oltre che di un possibile passo allungato, con gli sbalzi però che dovrebbero accorciarsi, mantenendo in questo modo le proporzioni e la lunghezza complessiva dell’auto.

Dal punto di vista stilistico, si parla di alcune modifiche che dovrebbero rendere più dinamica la vettura. Qualcosa che è stato visto come molto simile alla concept car Sport Turismo, che vi riportiamo come immagine di apertura. All’interno ci dovrebbero però essere delle modifiche ancora più importanti, in quanto pare che Porsche voglia spostare alcune delle funzioni che per ora sono attivate da pulsanti e levette direttamente ed esclusivamente sullo schermo touchscreen del sistema di infotainment.

Un’ultima parola è stata dedicata alle eventuali carrozzerie alternative della Panamera. Hatz non ha escluso a priori un simile progetto, ma ha anche specificato che la casa è appena uscita da una serie di grandi sforzi industriali, specificatamente quelli inerenti la Macan e la 918 Spyder. Per questo motivo al momento è conveniente concentrarsi solo sul modello principale della Panamera, per poi eventualmente sviluppare il progetto anche in altre direzioni.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati