Zenvo: la prossima hypercar sarà ibrida

Al momento non conosciamo il gruppo propulsore ibrido, ma dovrebbe produrre più potenza della TSR-S

Zenvo: la prossima hypercar sarà ibrida

Zenvo sta sviluppando un’hypercar ibrida che dovrebbe debuttare ufficialmente entro i prossimi due anni. La notizia è stata rivelata da Alberto Solera – Head Of Production della casa automobilistica danese – durante un’intervista ad Autocar.

Trazione integrale e prestazioni superiori all’attuale TSR-S

Secondo Solera, la vettura sarà basata sulla piattaforma dell’attuale Zenvo TSR-S, ma avrà la trazione integrale. Considerando che quest’ultima dispone della trazione posteriore, il nuovo sistema ibrido che Zenvo sta sviluppando molto probabilmente si baserà su un nuovo sistema di trazione elettrica che permetterà alla nuova hypercar di avere la trazione integrale.

Ci aspettiamo delle performance superiori rispetto a quelle della TSR-S. Questa riesce a sviluppare ben 1194 CV e 1100 Nm di coppia massima provenienti da un motore V8 da 5.8 litri montato centralmente con design piatto e doppia sovralimentazione.

Presente anche un alettone sul retro che si inclina quando l’hypercar gira così da aumentare il carico aerodinamico sulle gomme interne. In base a quanto dichiarato da Zenvo, questo sistema permette di aiutare il conducente a svoltare.

A livello di prestazioni, abbiamo uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi e da 0 a 200 km/h in 6,8 secondi mentre la velocità massima è di 325 km/h. Purtroppo, non abbiamo ancora informazioni sul prezzo di vendita della nuova hypercar ibrida della casa danese, ma la TSR-S è disponibile in Europa a un prezzo di partenza di 1,45 milioni di euro. Al momento, Zenvo ha l’obiettivo nel lungo termine di aumentare le vendite a livello mondiale a circa 30 esemplari all’anno, di cui circa la metà negli Stati Uniti.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati