Alfa Romeo Giulia, voci su un nuovo motore 1.8 biturbo da 300 CV

Continuano i rumors sull'attesissima "Segmento D" del Biscione

Alfa Romeo Giulia - Dalla Croazia arrivano nuovi rumors sulla probabile gamma di motorizzazioni che avrà la nuova e attesa berlina di Alfa Romeo. Secondo nuove indiscrezioni, sotto il cofano ci potrebbe essere un nuovo benzina 1.8 litri biturbo da 300 CV e 400 Nm di coppia. Ne sapremo di più il prossimo 24 giugno, data della sua presentazione ufficiale.
Alfa Romeo Giulia, voci su un nuovo motore 1.8 biturbo da 300 CV

Mancano meno di due mesi all’atteso 24 giugno 2015 quando, in occasione del suo 105° compleanno, Alfa Romeo presenterà la sua attesissima nuova berlina di segmento D che avrà il compito di guidare il rilancio in grande stile del Biscione e di insidiare il terreno delle rivali premium tedesche, in particolar modo BMW e la sua Serie 3.

Mano mano che ci si avvicina al momento del debutto, vista l’assenza di anticipazioni concrete e ufficiali sulla vettura, compreso il nome commerciale che potrebbe anche non essere “Giulia”, si fanno sempre più insistenti rumors e rendering che provano in qualche ad anticiparci le caratteristiche tecniche e stilistiche della novità Alfa Romeo, nota internamente col nome “Progetto 952“.

Secondo le ultime indiscrezioni, diffuse dal sito automobilistico croato Vidiauto, l’Alfa Romeo Giulia (sempre se così dovesse chiamarsi) potrebbe avere nella propria gamma di motorizzazioni una nuova unità Euro 6 a benzina, un biturbo da 1.8 litri, con due turbine di dimensioni differenti azionabili in base al numero di giri del motore, in grado di sviluppare una potenza di 300 CV e 400 Nm di coppia massima. Al nuovo propulsore s’affiancherebbe il cambio automatico a doppia frizione, offrendo le seguenti prestazioni: 0-100 km/h in 6 secondi e top speed di 245 km/h (autolimitata).

A completare la rosa motori della nuova berlina Alfa Romeo viene indicata la presenza di una versione turbo dello stesso 1.8 benzina ma con una potenza ridotta a 240 CV, mentre al top della gamma si piazzerebbe la versione equipaggiata con un motore V6 TwinTurbo da 3.0 litri da circa 525 CV. Ovviamente si tratta solo di indiscrezioni che sono destinate ad aumentare nelle prossime settimane, almeno fino a quando il Biscione non deciderà di scoprire le carte in tavola, magari un po’ prima di arrivare al 24 giugno.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    6 commenti

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • marcoS ha detto:

      La sua diretta concorrente (BMW 335i) con 306 cavalli copre lo 0-100 in 5,5 secondi (5,3 la xDrive), è impensabile un tempo superiore. La gente guarda quello ormai, perderebbe già in partenza. Secondo me son 5 secondi!

    • luca ha detto:

      marco, peccato che quello della 335i sia un 3000!!

    • marco ha detto:

      Pochi, il 2.0 litri Mercedes ne ha 380..dovrebbe arrivare almeno a 400

    • fabio ha detto:

      ma dove le leggete queste bufale del motore mercedes 2 litri da 400 cv….siete proprio dei malati di antiitalianismo….

    • Aldo ha detto:

      Ma di cosa parliamo?? Questa ALFA esteticamente se sarà così si mangerà un enorme fetta in tanti mercati. In UK, Spagna, Germania vi posso garantire ci saranno acquirenti in visibilio! Poi abbiamo in Italia persone esterofilizzate ai massimi livelli.. si auto convinceranno che una BMW serie 3 assolutamente senza anima è più bella e performante… D’altronde non si spiega il perché con tutto il ben di dio che abbiamo siamo ridotti come un paese che non ha nulla.

    • Michael 1963 ha detto:

      9 giorni e scopriremo la nuova Alfa Romeo che, pare, dovrebbe chiamarsi “Giulia”. Una delle attese più lunghe della storia dell’auto! Speriamo che ne sia valsa la pena! Io sono fiducioso e ottimista! Penso che dopo tanto tergiversare e cambi di percorso, il programma Alfa Romeo è chiaro. Soprattutto è chiaro ai vertici di FCA. La nuova Giulia (o come si chiamerà) sarà la prima auto della rinascita dell’Alfa Romeo. A cui seguirà, dopo anni di oblio e strategie sbagliate, una gamma di modelli degna di questo nome. Il difficile semmai sarà riconquistare i clienti di un tempo, ormai emigrati felicemente verso altri Marchi, e conquistare i nuovi clienti affezionati di Suv di alto di gamma. Il compito non sarà facile, soprattutto perchè i clienti hanno già i loro riferimenti e l’Alfa per lungo tempo ha rivaleggiato con i concorrenti di Giulietta e Mito. Troppo poco per poter pensare di rivaleggiare oggi con Bmw e, perchè no, Audi!

    Articoli correlati