Audi A8: presentato il sistema AI traffic jam pilot per la guida automatizzata di livello 3 [FOTO]

Attivo fino a una velocità di 60 km/h

Audi A8 con sistema AI traffic jam pilot – Illustrata una soluzione firmata da Audi, la prima al mondo, per una guida “altamente automatizzata” di terzo livello

Il controllo è affidato al sistema sino a una velocità di 60 km/h, quando ci sono ad esempio rallentamenti o code in autostrada. Il conducente segue la situazione e riprende il controllo, solo su suggerimento dello stesso sistema. In sintesi è l’Audi AI traffic jam pilot, che rappresenta il concetto di guida autonoma secondo la casa di Ingolstadt, introdotto attraverso la nuova Audi A8.

Il costruttore tedesco sottolinea che: l’Audi AI traffic jam pilot rappresenta “il primo sistema al mondo che rende possibile la guida altamente automatizzata di livello 3.” Ma tale soluzione, per essere adottata, necessita di un “adeguamento e una sperimentazione del sistema specifici per ogni singolo Paese, oltre a condizioni legislative ben definite”, considerando che l’omologazione è diversa tra le varie realtà mondiali e l’introduzione sulla A8 sarebbe progressiva “in base alle disposizioni di legge in vigore nei singoli Paesi.”

L’attivazione del sistema avviene tramite un apposito tasto AI localizzato sulla consolle, gestendo in autonomia la vettura in un incolonnamento autostradale, a una velocità che risulta pari o inferiore ai 60 km/h, su tratti a più corsie ben delimitati da segnaletica e infrastrutture. La sua efficacia è determinata dall’azione di una centralina legata ai vari “sistemi di assistenza alla guida centrale (zFAS)” e la decodifica dei dati rilasciati dai radar. Non solo questa soluzione controlla l’auto e si occupa del rispetto della corsia, ma monitora anche eventuali cambi di corsia da parte di altre vetture.

Quando il sistema è operativo l’automobilista può decidere di lasciare il volante e togliere anche il piede dall’acceleratore. “A seconda delle disposizioni nazionali in vigore”, precisa la casa, il guidatore può anche evitare di controllare costantemente l’auto e fissare magari più a lungo il sistema di infotainment. Una telecamera controlla comunque il comportamento conducente, e in base a diversi parametri può suggerire di riprendere il controllo dell’auto. Tenendo gli occhi chiusi per un lungo più prolungato del previsto, ad esempio, il sistema invita l’automobilista in più fasi a dedicarsi nuovamente alla guida. Stesso discorso quando la velocità oltrepassa il limite dei 60 km/h. Nel caso in cui i segnali siano ignorati, la vettura frena progressivamente con tutti gli indicatori direzionali accesi, fino a bloccarsi all’interno della corsia percorsa. Tornando al sistema, poi, una rappresentazione della sua azione è proposta tramite uno schema sull’ampio schermo dell’Audi virtual cockpit.

Foto: Audi

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati