Audi RS Q3 Sportback: PROVA SU STRADA del SUV sportivo da 400 CV [VIDEO]

Vero protagonista il suo 2.5 5 cilindri turbo da 400 CV e 480 Nm di coppia, 0-100 km/h in soli 4,5 secondi

L’Audi RS Q3 Sportback è la massima declinazione della sportività per la gamma Q3, un SUV costruito sull’architettura MQB Evo, condivisa anche con la cugina a ruote basse, l’Audi A3. Come lei, infatti, può beneficiare del magnifico propulsore 2.5 5 cilindri turbo da 400 CV e 480 Nm di coppia, un grande richiamo alla tradizione del costruttore tedesco con l’Audi Sport Quattro, una leggenda dei rally. Da questa ne riprende l’anima, con un’erogazione lineare ma decisamente energica, un comportamento dinamico abbastanza neutro e una sfruttabilità massima anche nella quotidianità. 

Audi RS Q3 Sportback, motore e caratteristiche  

Gran parte della scena è ovviamente rubato dal suo propulsore, un inno al mondo dei motori endotermici, destinati ormai a sparire. E’ una goduria ogni volta che ci avviciniamo alla linea rossa, ogni volta che premiamo sul pedale del gas, ogni volta che un bel rettilineo si presenta di fronte a noi. Il suo timbro sonoro, la sua ruvidità al salire dei giri, quella sua colonna sonora tipica che rimanda con la memoria alla mitica audi quattro degli anni ’80. Quel suo particolare rumore è frutto di una particolare sequenza di accensione dei cilindri, 1-2-4-5-3 che lo rende così carico, energico, insomma una vera e propria goduria per le orecchie. C’è però da dire che ha perso qualche decibel rispetto alle precedenti applicazioni su modelli dell’RS3 o TT RS di qualche anno fa, complici le norme antinquinamento e il filtro antiparticolato che purtroppo è presente di serie su questo esemplare. Ci accontentiamo lo stesso, essendo ormai una rarità nel mondo automobilistico di oggigiorno. 

Nonostante sia appunto, un SUV, le prestazioni sono davvero interessanti perché con i suoi 400 CV e 480 Nm di coppia riesce a staccare lo 0-100 km/h in soli 4,5 secondi, nonostante l’importante peso di oltre 1.800 kg in ordine di marcia. Non è proprio un peso piuma, ma l’irruenza di questo 5 cilindri turbo riesce quasi a farla diventare più agile del previsto. Sembra sempre tonica, pronta a scattare in avanti. Il motore è decisamente reattivo, soprattuto in modalità Dynamic o RS, dove riesce ad esprimere il massimo della coppia e della potenza. Il cambio automatico S-Tronic doppia frizione a 7 rapporti si fa più rapido e fulmineo, le marce entrano in modo secco, sia lasciandolo lavorare in modalità automatica ma anche utilizzando i paddle dietro al volante. Soffre un po’ di turbo lag, gli piace girare alto perché infatti è sopra i 4.000 giri che sembra letteralmente esplodere, regalandogli quasi una seconda ondata di potenza spingendo su in alto fino al limitatore posto a ben 7.500 giri.

Come si guida? 

Sono rimasto sorpreso anche dalla sua dinamica di guida, mettendo in campo un handling che non mi sarei aspettato da questa tipologia di auto. Complici sicuramente le regolazioni effettuate sugli angoli d’incidenza delle sospensioni anteriori e sulla regolazione dell’elettronica che gestisce il sistema di trazione integrale quattro. Pare infatti migliorato rispetto ai modelli precedenti dotati di sistema Haldex. Ricordiamo, nasce come una trazione anteriore che rimanda al posteriore fino al 50% in caso di necessità grazie ad un giunto viscoso centrale, mentre la ripartizione della coppia tra ruota interna ed esterna è affidata ad un sistema di torque vectoring realizzato tramite l’impianto frenante che frena la ruota interna alla curva, non abbiamo quindi alcun differenziale meccanico. Sia chiaro, non vi esibirete mai in fumanti traversi ma la spinta che arriva dall’asse posteriore è concreta e vi aiuta a concludere la curva in fase di percorrenza. 

La realtà dei fatti è che la RS Q3 Sportback appare meno neutra alla guida rispetto ad altre RS3 del passato, c’è un qualcosa che porta a voler affrontare a velocità più elevata la curva successiva, nonostante sarebbe stato gradito un assetto ancora più rigido in modalità Dynamic. E’ un altro pianeta rispetto ad una Q3 Sportback S-Line, ma una taratura leggermente più secca avrebbe migliorato l’handling in curva. 

Audi RS Q3, anima flessibile 

La grande sfruttabilità dell’Audi RS Q3 Sportback è assicurata dal suo Driving Mode, capace letteralmente di mutare l’indole dell’auto a seconda della modalità desiderata. Sempre ottimo poi l’automatico, che cambia proprio vita a seconda delle modalità perché infatti, basta spostarsi su Comfort o Efficency e l’RS Q3 Sportback si trasforma in un più comune Q3 Sportback ma con un piacevole borbottio di sottofondo, dovuto al motore ma anche al sound leggermente enfatizzato dall’impianto audio. In questo modo lo sterzo si fa meno rigido, le sospensioni digeriscono meglio tutte le buche e l’erogazione del propulsore si fa più docile, sfruttando la grande disponibilità di coppia anche ai bassi regimi. Basti pensare che a 100 all’ora potremo praticamente veleggiare in tangenziale con la 7 marcia a circa 1.750 giri/min. 

Aggressiva anche fuori 

Se riuscirete a convivere con il suo look molto estroverso, soprattutto se accentuato da questa colorazione Verde Kyalami o le molteplici colorazioni Audi Esclusive come optional, a mio avviso rimane uno dei SUV meglio riusciti di tutta la gamma Audi Q. Un perfetto mix di proporzioni e dimensioni, con i suoi 4 metri e 50 cmdi lunghezza per 1 metro e 85 cm di larghezza e un’altezza di circa 1 metro e 55 cm capaci di donargli questo aspetto molto compatto e muscoloso, che molti hanno già definito quasi da “Baby Urus”. Corredano l’opera, le finiture nere lucide di questo esemplare, i cerchi in lega, anch’essi neri lucidi da ben 21” e l’impianto di scarico sportivo con la tipica sagoma ovale, come vogliono i modelli RS di audi. 

Grande qualità anche all’interno, nonostante conservi maggior sobrietà rispetto agli esterni. Se non fosse per il badge RS sul volante, per l’alcantara sul cruscotto o per il carbonio a vista di fronte al passeggero potrebbe quasi passare inosservato rispetto ad un modello S line ben allestito, ma poi corrono in soccorso anche i bei sedili sportivi in pelle RS optional, con poggiatesta integrato. Sono regolabili elettricamente per trovare la posizione di guida perfetta per le nostre esigenze. Non si può poi non notare i due schermi che caratterizzano l’abitacolo, quello per l’infotainment rapido, dalla grafica elegante, sempre chiara e dotato di qualsiasi tecnologia desiderabile e quello di fronte a noi, il Virtual Cockpit da ben 12 pollici che racchiude una quantità impensabile di informazioni, e dotato della grafica dedicata per la più estrema modalità RS1 o 2.

Per chi poi farà dell’RS Q3 Sportback l’auto per tutti i giorni non c’è da avere alcuna pausa nemmeno per lo spazio o la versatilità: dietro si sta decisamente comodi, a patto che non siate più altri di 1 metro e 85 altrimenti rischiereste di toccare con la testa e anche il bagagliaio da ben 530 litri riesce a contenere tutto il necessario per una vacanza, ed è pure completamente automatico. 

Consumi e prezzi

Per chi se lo starà chiedendo poi, non ci siamo dimenticati dei consumi. Diciamo che il benzinaio sotto casa diventerà sicuramente vostro amico perché le percorrenze urbane si stabilizzano su circa 7/8 km al litro mentre in ambito autostradale si possono intravedere i 10 o 11 km al litro. Con piede dolce e resistendo alla tentazione dei suoi 400 CV in ambito extraurbano si possono raggiungere anche i 12 km al litro ma, sinceramente, vi consiglio di non farvi troppi problemi e godervi a pieno questo magnifico 5 cilindri perché ne vale davvero la pena e poi, in futuro, non si sa quante altre occasioni si potranno avere per godersi un suono di questo tipo. 

Il prezzo di listino della nuova Audi RS Q3 Sportback parte da un prezzo d’attacco di circa 73.400 euro, ma tra optional e finiture esclusive si può arrivare molto vicino ai 90 e passa mila euro. 

Foto: Luca Rocchi 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati