BMW i4 M50: la prima elettrica M è gommata Pirelli P Zero Elect

È un altro modello di BMW M ad avere gomme in primo equipaggiamento sviluppate su misura

BMW i4 M50: la prima elettrica M è gommata Pirelli P Zero Elect

BMW M ha scelto il Pirelli P Zero Elect come pneumatico di primo equipaggiamento per la sua BMW i4 M50, la prima vettura completamente elettrica della divisione ad alte prestazioni della casa automobilistica tedesca. La i40 M50 100% elettrica si unisce alla vasta gamma di modelli del brand per i quali Pirelli ha sviluppato pneumatici su misura.

Con questa coupé, anche il reparto sportivo di BMW intraprende per la prima volta il percorso verso l’elettrificazione totale. Viene equipaggiata con due motori elettrici che generano una potenza combinata di 544 CV ed è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi.

Il nuovo P Zero Elect è stato progettato per supportare la coupé elettrica

Per gestire le alte prestazioni di questo veicolo e soddisfare le esigenze comuni delle auto elettriche, Pirelli ha creato lo pneumatico P Zero Elect. Questo è riconoscibile dalle marcature sul fianco, tra cui il logo Elect vicino alla stella, che identifica tutti gli pneumatici realizzati in primo equipaggiamento per il veicolo del produttore di Monaco di Baviera.

Il logo Elect indica che la gomma è specifica per le auto elettriche o ibride plug-in, caratterizzate da una coppia istantanea, una guida silenziosa e un peso maggiore dovuto alla presenza delle batterie.

Il Pirelli P Zero Elect è stato progettato per supportare la BMW i4 M50 e offrire prestazioni eccellenti anche in condizioni di guida sportiva estrema. La sua struttura è rafforzata per garantire una stabilità ottimale mentre la mescola del battistrada ad alta aderenza è stata sviluppata per fornire un grip eccellente e una guida precisa ed efficiente.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati