Citroen C3 2023: la nuova generazione sarà anche elettrica

Dovrebbe arrivare tra un paio d'anni, nel 2023

Citroen C3 2023: la nuova generazione sarà anche elettrica

La terza generazione della Citroen C3 è stata lanciata nel novembre 2016 e, da allora, ha ottenuto risultati importanti, con oltre un milione di esemplari venduti. Un modello di successo, dunque, su cui la casa del Double Chevron punterà anche in futuro. Il marchio è al lavoro sulla nuova generazione, attesa per il 2023. Che sarà anche elettrica.

Il modellino

Mentre aspettiamo ancora le prime foto spia, con i classici test di collaudo su strada, è arrivata su internet la foto di un modellino della nuova generazione della Citroen C3, declinata nella versione per i mercati emergenti. Come India e America Latina. Tuttavia, se davvero fosse questa la quarta serie, anche in Europa non sarebbe molto differente.

Questa miniatura, come riportato dal magazine britannico Autocar, propone una vera e propria rivoluzione per la vettura del Double Chevron. Una silhouette più in stile SUV, nuovi fari, protezioni in plastica al posto degli Airbump e altre novità, anche nel posteriore. Sarà davvero così? Lo scopriremo solo nei prossimi mesi. Quello che sappiamo già è l’utilizzo della piattaforma CMP, condivisa con l’attuale Peugeot 208.

Anche elettrica

Ovviamente troppo presto per parlare di motorizzazioni, ma la nuova generazione sarà declinata anche nella versione 100% elettrica. D’altra parte, il mercato si sta indirizzando verso quella direzione, in particolare pensando alle vetture adatte alla città e, quindi, senza la necessità di avere un’autonomia elevatissima. Sarà la e-C3 e dovrebbe avere circa 350 km di autonomia, con il motore da 136 cavalli.

Uscita

Come dicevamo, servirà ancora un po’ di tempo, prima di vedere la nuova Citroen C3 sul mercato. È attesa tra un paio d’anni, al compimento del settimo anno dal lancio dell’attuale generazione, come tradizione per numerosi modelli del marchio transalpino e non solo. Prima di allora, però, non mancheranno tante indiscrezioni.

Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati