Covid, l’Italia si colora prevalentemente di giallo: solo la Sardegna in rosso. Rt in calo a 0,81

Prosegue il lento miglioramento del quadro epidemiologico

Covid, l’Italia si colora prevalentemente di giallo: solo la Sardegna in rosso. Rt in calo a 0,81

In attesa della conferma da parte della Cabina di regia, impegnata come ogni venerdì a definire i colori delle Regioni in base all’andamento della situazione epidemiologica, gran parte dell’Italia si appresta a passare in zona gialla a partire dal 26 aprile, così come previsto dal decreto riaperture.

Tutte in giallo a parte 4 Regioni in arancione e la Sardegna in rosso

In un quadro complessivo ancora critico ma in leggero miglioramento, seppur lento, come confermato dai dati settimanali, dovrebbero essere 13 le Regioni, oltre alle due province autonome di Bolzano e di Trento, ad andare in zona gialla e si tratta di: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto. A queste potrebbe aggiungersi la Puglia che però è ancora in bilico tra il giallo e l’arancione. Abbastanza certe di rimanere in zona arancione sono invece 4 Regioni: Val d’Aosta, Basilicata, Calabria e Sicilia. Situazione differente per la Sardegna che invece sembra destinata a rimanere un’altra settimana in zona rossa, per via dei pessimi dati della settimana scorsa (Rt sopra 1,25) che, seppur in miglioramento, non sono riusciti a compensare in modo da consentire la “promozione” in area arancione. 

L’Rt scende a 0,81, in leggero calo anche l’incidenza 

I dati settimanali sulla diffusione del contagio da Covid confermano il miglioramento a livello nazionale, con l’Rt sceso 0,81 rispetto allo 0,85 rilevato una settimana fa. In flessione, anche se lievissima, pure l’incidenza dei casi di Covid pari a 159 per 100.000 abitanti contro 160,5 per 100.000 abitanti della settimana precedente. 

Baguarre nell’esecutivo sul coprifuoco alle 22

Nel frattempo l’approvazione del nuovo decreto legge sulle misure anti-Covid divide il Governo, in particolare sulla questione del coprifuoco che ha accesso lo scontro con la Lega. A questo si aggiungono le ulteriori tensioni tra l’esecutivo e le Regioni su alcuni provvedimenti restrittivi e sulla riapertura delle scuole.  

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati