Dacia Bigster: modello fondamentale per le strategie del Gruppo Renault

De Meo punta forte sui SUV compatti

Dacia Bigster: modello fondamentale per le strategie del Gruppo Renault

Nell’imminente futuro del Gruppo Renault, guidato da Luca De Meo, si punterà in maniera decisa sui SUV compatti, per tale motivo un ruolo fondamentale lo avrà quasi certamente la Dacia Bigster, novità svelata di recente in versione concept, che una volta arrivata sul mercato punterà a incrementare al massimo i volumi di vendita.

Il nuovo SUV compatto di Dacia sfrutterà anche le sinergie costruttive tra i marchi del Gruppo Renault, con una spiccata condivisione delle componenti tecniche, strutturali e meccaniche che permetteranno di ridurre al massimo i costi di sviluppo e di produzione, incrementando i profitti.

Obiettivo un milione di SUV compatti venduti all’anno

Una condivisione tra più modelli che, stando a quanto riportato da Automotive News, potrebbe arrivare fino all’85% dei componenti, compresa la piattaforma CMF-B. Tutto questo, unito nel caso della Dacia Bigster a una politica sui prezzi in Europa in linea con la consueta accessibilità del marchio, dovrebbe garantire al Gruppo Renault di puntare alle previsioni fissate da De Meo: vendere un milione di SUV compatti all’anno mettendo insieme i tre marchi del costruttore francese, ovvero Dacia, Renault e Lada. 

SUV compatto declinato nei tre brand

Tra le prossime mosse di De Meo ci sarà dunque quella di rafforzare le sinergie tra i brand Dacia e Lada, con il SUV compatto “gemello” della Bigster che dovrebbe chiamarsi Niva, rispolverando una denominazione del passato. La nuova Lada Niva, che rispetto alla Dacia Bigster, avrà una vocazione più off-road e fuoristradista punterà a sfidare modelli come il Suzuki Jimny. Per quanto riguarda invece la versione del SUV compatto firmato Renault, questo sarà destinato ai mercati extra-europei, a partire del Sud America. 

Renault marchio premium per lasciare spazio a Dacia

Nella strategia del nuovo CEO della Losanga ci sarebbe quello di elevare il marchio Renault su un target maggiormente “premium”, liberando spazio nel segmento generalista al brand Dacia, con la Bigster che farebbe proprio da apripista di questa volontà di demarcazione più netta e riconoscibile tra i due marchi. 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati