Eccesso di velocità: oltre 58.000 infrazioni in 15 giorni a Pieve di Teco, un dato record

Il primo cittadino pronto ad installare autovelox

Rilevato un numero elevatissimo di irregolarità in una località poco lontana da Imperia
Eccesso di velocità: oltre 58.000 infrazioni in 15 giorni a Pieve di Teco, un dato record

Le infrazioni per eccesso di velocità segnalate ammontano a 58.568, nell’arco di appena due settimane. Un dato da inserire tra i Guinness World Record, se fosse almeno lusinghiero. Perché comunque si sta parlando di sicurezza stradale e per di più all’interno di un contesto urbano, considerando quanto indicato nella vicenda. Il numero è stato rilevato nella frazione Acquetico, precisamente nella località ligure Pieve di Teco, un piccolo comune presente nella provincia di Imperia.

Il fatto

Nelle sole due settimane dall’installazione di un rilevatore della velocità, sul tratto collegato alla statale 28 del col di Nava, il sistema ha registrato oltre 58.500 infrazioni per eccesso di velocità nella citata frazione Acquetico, presente nel contesto di Pieve di Teco.
Lo stesso primo cittadino del comune ligure, allarmato da un dato così elevato, ha subito bollato questo comportamento come “una follia”. “Abbiamo gli abitanti che regolarmente si spostano in paese e attraversano la strada”, ha sottolineato il sindaco di Pieve di Teco contrariato dalla manifesta mancanza di rispetto per i limiti presenti in zona.
Lo stesso primo cittadino, come riportato dall’agenzia ANSA, ha manifestato l’intenzione di installare degli autovelox per creare nuovi deterrenti rivolti ai cosiddetti “piedi pesanti”, auspicando che i nuovi rilevatori costituiscano un altro valido motivo per rispettare i limiti e tutelare così la sicurezza dei cittadini presenti nella zona. “Non si vuole far cassa con le multe”, ha precisato ancora il sindaco di Pieve di Teco, “ma è necessario tutelare l’incolumità delle persone e rendere il centro abitato di Acquetico un posto sicuro” ha aggiunto.

Un picco di 135 km/h in città

Tra i fatti più eclatanti della vicenda, sempre il primo cittadino della cittadina ligure ha sottolineato un altro “record” negativo, accaduto proprio su un tratto urbano, quindi con limite segnalato di 50 km/h. Secondo quanto ha riferito e riportato a sua volta dall’agenzia ANSA, è stato accertato su un percorso urbano in un pomeriggio, precisamente alle ore 16.45, un picco massimo di velocità pari a 135 km/h. Un valore persino più elevato rispetto al limite consentito su un’autostrada.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Multe nulle se manca la foto

Tutor e Autovelox nel mirino dei Giudici di Pace
Tutor e autovelox sono sempre più diffusi sul nostro territorio, e se da una parte ottengono effetti positivi sulla sicurezza