Hyundai Santa Fe Plug-In: la PROVA SU STRADA del SUV 4×4 ibrido da 265 CV [VIDEO]

Tanto spazio, fino a 60 km in modalità EV e anche trazione integrale

Nuova Hyundai Santa Fe Plug-in, farà anche parte di un segmento poco in voga nel nostro paese, stiamo parlando appunto del segmento D, ma con il suo circa 7% di mercato rappresenta ugualmente una buona nicchia da non dimenticare. Nicchia che fino a qualche anno fa era letteralmente dominata dai motori diesel, per ragioni di coppia e consumi, ma che oggi, per le ovvie accortezze in tema ambientale è stato costretto a sposare l’elettrificazione. Abbiamo provato la Santa Fe Full Hybrid nel nostro Com’è & Come Va, a cui vi rimando per tutte le caratteristiche, ma che oggi testeremo in veste Plug-In. Scopriamo quindi se riuscirà a pareggiare la comodità del diesel.

Design e dimensioni e batteria

È imponente con i suoi 4 metri e 79 cm di lunghezza, per 1 metro e 90 cm di larghezza e 1,71 m di altezza. Un vero e proprio peso massimo, soprattuto in questa veste Plug-In che supera di slancio i 2.200 kg per via dei circa 200 kg extra della meccanica plug in. Troviamo una batteria da 13,8 kW posizionata posteriormente, che alimenta un motore elettrico da circa 91 CV posizionato all’interno del cambio automatico a 6 rapporti. E’ dotato di trazione integrale e può marciare fino a circa 60 km in modalità completamente elettrica. Non varia particolarmente rispetto alla versione Fuòò-Hybrid se non fosse per il badge presente nel retro della vettura e il secondo sportellino laterale dedicato alla ricarica della batteria. Scenografici i cerchi in lega fino a 20″ e le finiture cromate nel frontale, che le conferiscono un aspetto massiccio e possente. 

Interni 

All’interno è decisamente spaziosa, con una plancia ampia e che sembra abbracciare i passeggeri. C’è spazio in ogni direzione e la qualità sembra essere di livello, con pelle e plastiche robuste ovunque si guardi. La plancia è caratterizzata da un’ampia presenza di tasti fisici, in barba alle auto completamente digitalizzate degli ultimi anni. Qui si regola quasi tutto con un tasto dedicato, perfetto per i nostalgici. Non manca però la digitalizzazione con una strumentazione digitale da 12,3 pollici qui di fronte a noi, completa di tutto e un sistema di infotainemnt da 10,25 pollici al centro del cruscotto. E’ completo di tutto il necessario, con una schermata dedicata alla gestione dei flussi di energia, consumi e molto altro. Unico difetto, è un po’ lento nelle transizioni e nel recepire il comando touch, ma svolge bene il suo lavoro. Non mancano ovviamente i protocolli Apple Carplay e Android Auto. 

Abitabilità e bagagliaio 

Lo spazio a bordo è il suo forte con 2,76 metri di passo. Probabilmente l’auto ideale per intraprendere un viaggio. Abbiamo qualsiasi tipo di comfort e si vede che si tratta di un’auto principalmente pensata per il mercato americano. Troviamo porta bevande ovunque, tanti vani porta oggetti, i sedili anteriori sono ventilati e riscaldati, abbiamo le tendine parasole, il tetto panoramico apribile e il sedile anteriore del passeggero si può spostare o reclinare elettricamente. Prese USB o a 230 V anche nel retro. Sempre elettricamente possiamo abbattere la seconda fila di sedili, c’è la possibilità di disporre anche dei 7 posti con aria condizionata riservata alla terza fila. Insomma, non le manca proprio nulla. Viene leggermente ridotto il bagagliaio, partendo da 131 litri con i 7 posti, passando per i 571 litri a 5 posti fino ad oltre 2.000 litri abbattendo i sedili anteriori.

Prova su Strada 

La Hyundai Santa Fe Plug-In convince subito per una spiccata fluidità di marcia, assicurata da un’ottima meccanica ibrida e da un completamente rivisto pianale, più tecnologico e solido rispetto alla generazione precedente. Il powertrain ibrido plug-in eroga una potenza di sistema di ben 265 CV e 350 Nm di coppia che si sentono tutti quando le si va a richiedere il massimo della potenza con la modalità Sport (seppur poco idonea considerata la tipologia di vettura). Si compone di un propulsore termico 1.6 4 cilindri turbo benzina da circa 180 CV accoppiato ad un’unità elettrica da 90 CV collocata all’interno del cambio automatico a 6 rapporti. Il sistema farà prevalere per quanto possibile la propulsione elettrica che, soprattutto in città, sposta più agevolmente la stazza della Santa Fe grazie alla coppia istantanea che riesce a generare. 

Il comfort a bordo è massimo, con un ottimo set-up delle sospensioni in grado di sorreggere bene il peso della Santa Fe anche in curva, con un buon feeling sul volante e una certa agilità inaspettata date le sue dimensioni. In modalità elettrica il silenzio renderà sovrano a bordo, complice un ottimo comparto di insonorizzazione dall’esterno. I sedili sono davvero avvolgenti e morbidi, perfetti per i lunghi viaggi così come la loro regolazione elettrica che ci consente di trovare sempre la posizione migliore, memorizzandola nei tasti dedicati. La visuale sopraelevata sulla strada ci donerà un senso di controllo dello spazio circostante, aiutati anche dai molteplici sistemi di aiuto alla guida, partendo sai sensori e telecamere perimetrali, indispensabili nelle manovre ma anche quando si abbandona l’asfalto. Non si può poi non menzionare i sorprendenti sistemi ADAS di secondo livello presenti sulla Santa Fe, un’aiuto indispensabile per chi pensa di percorrere molti km in viaggio con lei. 

Ricarica 

La nuova Hyundai Santa Fe PHEV sfrutta un caricatore di bordo fino a 7,2 kW che le consente di ricaricarsi da corrente pubblica o wallbox dimentica in poco più di 2 ore. Con una ricarica standard domestica da 2,3 kW sono necessarie più di 8 ore mentre con una wallbox o colonnina pubblica da 3,5 kW si impiega circa 4 ore per una carica completa. Il prezzo medio di una ricarica domestica è di circa 3 euro

Consumi e autonomia 

Un tema scottante per le auto Plug-in è sicuramente il consumo a batteria scarica, dove la Santa Fe Plug-In non riesce a far segnare medie migliori di 7,5 l/100 km, ovvero circa 13,3 km/l. Tale valore è raggiungibile in un ciclo misto urbano/extraurbano dove i kg extra dell’auto e il motore turbo faticano a spostarla agevolmente nel traffico. Il cambio, inoltre, è pensato per una guida sulle lunghe percorrenze, tendendo a tirare sempre un po’ i rapporti e facendo salire i consumi. In consumi in autostrada si stabilizzano su circa 14 km al litro a 125 km/h.

Parlando invece dei consumi a batteria carica, la Santa Fe PHEV segna delle medie di 3,5 l/100 km, ovvero 28,5 km/l, grazie ai km assicurati dalla batteria. Il sistema tende a far scaricare quasi completamente la batteria prima di far intervenire il motore a benzina, a patto che non si forzi il suo funzionamento inserendo la modalità “Hybrid”. 

L’autonomia in modalità elettrica della Santa Fe PHEV può tranquillamente spingersi fino a circa 61 km in ciclo urbano (meglio dei 58 km dichiarati da Hyundai), guidando in modo predittivo e sfruttando la frenata rigenerativa del suo sistema. Guidando invece in modo disattento si aggiungono circa 47/48 km mentre in autostrada, a velocità costanti tra i 90 e 120 km/h non siamo riusciti a fare meglio di 45 km. 

Prezzi 

Il listino della nuova Hyundai Santa Fe Plug-In parte da una base di 61.000 euro per l’unico allestimento disponibile, chiamato XCLASS quindi già ricco di tutto il necessario per una configurazione praticamente full-optional, come quella della nostra prova. Tuttavia vi rimandiamo all’interessante offerta commerciale di lancio di Hyundai che fornisce al cliente un vantaggio di oltre 9.000 euro rispetto al prezzo di listino in caso di permuta o rottamazione, senza dimenticare offerta finanziaria da 360 euro al mese per 36 mesi con un anticipo di 19.250 euro. Non manca poi, come sempre, i 5 anni di garanzia di Hyundai a km illimitati oltre a 8 anni o 160 mila km di garanzia sul pacco batterie

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati