La Cina difende le sue case automobilistiche: “Nessun sussidio, il loro successo è frutto di innovazione tecnologica”

La Cina torna a difendere i suoi costruttori di auto elettriche

La Cina difende le sue case automobilistiche: “Nessun sussidio, il loro successo è frutto di innovazione tecnologica”

Il governo cinese torna a difendere le sue case automobilistiche affermando che il loro successo non è frutto di alcun sussidio statale ma semplicemente del fatto che puntano forte sull’innovazione tecnologica. Il ministro del Commercio cinese, Wang Wentao, ha ribadito la posizione di Pechino durante un incontro a Parigi con rappresentanti di diverse aziende automobilistiche cinesi. Ha difeso i costruttori cinesi di auto elettriche dalle accuse di sovraccapacità produttiva avanzate sia dall’Unione Europea che dagli Stati Uniti, in risposta all’indagine anti-dumping avviata da Bruxelles.

Pechino torna a difendere i suoi produttori di auto elettriche: “Nessun sussidio”

Wentao ha affermato che le case automobilistiche cinesi ottengono vantaggi competitivi attraverso l’innovazione tecnologica continua, un sistema completo di produzione e catene di approvvigionamento, e una sana concorrenza di mercato, anziché fare affidamento sui sussidi. Ha ribadito che le accuse dell’Europa sono infondate e ha assicurato che il governo cinese supporterà attivamente le aziende nel difendere i propri diritti e interessi legittimi.

All’incontro hanno partecipato almeno una decina di imprese operanti nella filiera della mobilità elettrica, già presenti sul mercato europeo e desiderose di espandere ulteriormente le proprie attività nel Vecchio Continente. Tra queste aziende figurano nomi come Geely, Saic, BYD e Catl. Ovviamente nell’incontro si è parlato di concorrenza sleale ma il Ministro cinese ha smentito che questa pratica sia imputabile alle case automobilistiche del suo paese che per la loro crescita stanno puntando solo su pratiche lecite.

Wentao è giunto in Europa per un tour ricco di incontri e appuntamenti. Questo toccherà anche l’Italia, dove il ministro cinese sarà protagonista al ‘Business and Dialogue Forum Italia-Cina‘ organizzato a Verona dal Ministero degli affari esteri.

Rate this post
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Array
(
)