Lancia E-Th e E-Thpe: idee di fastback e crossover per il futuro premium del brand [RENDER]

Design che combina eleganza e dinamismo

Con il passaggio del marchio Lancia nella galassia del nuove gruppo Stellantis, frutto della fusione tra FCA e PSA, a fare da sorta di spartiacque per il futuro del brand che da troppo tempo è ancorato alla gamma mono-modello, che risponde al nome di Ypsilon, c’è grande curiosità per capire come si concretizzerà il nuovo corso da marchio premium di Lancia, a partire dai nuovi modelli che allargheranno la famiglia del brand italiano.

Doppio render: fastback E-Th e crossover E-Thpe

Una curiosità che anima anche la creativa dei designer come Stefano Moraschini che ci propone due interessanti idee stilistiche che danno forma a due potenziali nuovi modelli Lancia, entrambe in segmenti superiori al B, con propulsione totalmente elettriche e sviluppate sulla futura piattaforma specifica eVmp attualmente in fase di sviluppo in casa Stellantis. Il primo modello, denominato E-Th, è una fastback sportiva con accenno di coda, mentre il secondo, chiamato E-Thpe, è una versione crossover a “ruote alte” che esalta la praticità e la spaziosità interna nell’abitacolo e nel bagagliaio. 

Due elettriche proiettate al futuro

L’ispirazione di questi due render, spiega Moraschini, poggia anche sullo spirito evocativo delle Lancia del passato come Thema e Hpe, che fanno anche da riferimento per i nomi scelti per le due vetture. La fastback E-Th (nell’immagine qui sopra) è pensata come potenziale rivale della Tesla Model 3, mentre il crossover E-Thpe potrebbe rivaleggiare con modelli come la Tesla Model Y e con i futuri crossover premium EV tedeschi, a partire dell’Audi Q4.

Cofano corto e ribassato

Le Lancia E-Th e E-Thpe, come sottolinea il loro autore, si caratterizzano per le proporzioni tipiche di un pianale nativo EV, ossia baricentro basso, abitacolo sviluppato in lunghezza conseguenza di sbalzi contenuti, con cofano corto e basso ma, a differenza di altre EV, ben distinto dal montante A senza creare un effetto monovolume.

Eleganza sobria e linee dinamiche

Sotto il profilo stilistico, entrambe le vetture propongono un design slegato da stilemi di modelli passati e proiettato al futuro, puntando ad un eleganza sobria e senza eccessi, in grado di farsi portatrice dello spirito innovativo che fa parte della tradizione Lancia. A questo si affiancano linee espressione di dinamismo, come avveniva con la Thema, con un particolare richiamo specifico alla Thema 8.32, dove in questo caso la sigla numerica “8.32” non fa riferimento agli otto cilindri e alle trentadue valvole del motore Ferrari che la equipaggiava, ma bensì ai chilometri, 832, di autonomia che potrebbe garantire la versione top di gamma con motori elettrici sull’asse anteriore e posteriore, abbinati alla trazione integrale. 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati