Opel Astra GTC annunciata ufficialmente per il Salone di Francoforte

La General Motors ha ufficialmente presentato la nuova versione della Opel Astra GTC, la quale verrà presentata al prossimo Salone di Francoforte di settembre e che poi dovrebbe trovare anche la via degli Stati Uniti sotto il marchio Buick. Si tratta di un veicolo che vuole essere dinamico e sportivo, ma senza eccedere nel prezzo, che punta ad essere alla portata di tutti.

Rispetto alla versione che avevamo visto allo scorso Salone di Parigi, durante il quale aveva debuttato il prototipo, la nuova Astra GTC si presenta con un aspetto più atletico e sportivo. Secondo quanto affermato dalla casa tedesca, l’unica cosa in comune tra la GTC e le versioni base a cinque porte e station wagon sono le maniglie e il tetto, mentre tutto il resto, compreso il passo, è stato modificato e migliorato. In effetti la GTC è più bassa di 15 mm, mentre il passo è aumentato da 2.685 a 2.695 mm.

Per quanto riguarda i motori, al momento sono quattro a disposizione, anche se la casa ha garantito che entro la presentazione di Francoforte saranno introdotti nella gamma anche dei modelli nuovi. Per ora particolarmente interessanti sono i diesel, come ad esempio il CDTI common-rail turbo da 2.0 litri, in grado di sviluppare una potenza di 165 Cv e 380 Nm di coppia. Con questo motore i 100 km/h possono essere raggiunti in soli 8,9 secondi, con una punta massima di 210 km/h. Buoni i consumi, che si assestano sui 4,9 litri ogni 100 km, mentre le emissioni di CO2 sono nella media di categoria (129 g/km). Il motore più potente, comunque, sarà il turbo da 1.6 litri a benzina, in grado di arrivare fino a 180 Cv di potenza e fino ad una velocità di punta di 220 km/h. La versione super performante OPC dovrebbe esordire il prossimo anno.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati