Possibile un Natale 2020 in zona rossa o arancione in tutta Italia [RUMORS]

Nuove norme dal Governo contro il contagio da coronavirus

Possibile un Natale 2020 in zona rossa o arancione in tutta Italia [RUMORS]

Manca davvero poco alle feste natalizie e la preoccupazione del Governo è quella di evitare il più possibile affollamenti nei negozi e nei centri urbani, per evitare i contagi da coronavirus ma allo stesso tempo il Governo vorrebbe permettere alle persone di fare acquisti e ai negozianti, e non solo, di poter comunque lavorare. 

Potremmo quindi avere presto ulteriori norme da parte del Governo che vuole subito correre ai ripari per evitare gli assembramenti visti da domenica 13 dicembre nelle zone gialle. C’è chi profetizza una completa zona arancione o rossa di tutto il territorio nazionale, non solo il 24, il 25 dicembre e il primo gennaio 2021 ma anche nei giorni prefestivi al periodo natalizio. C’è anche chi sostiene come presto il governo potrebbe permettere alle persone, soprattutto quelle residenti nei piccoli comuni, a volte distanti pochi chilometri, di potersi spostare per raggiungere i famosi congiunti e i parenti. In questo caso, sembrerebbe che i paesi che contengono meno di 5.000 abitanti potranno spostarsi per raggiungere i familiari che si trovano entro 30 chilometri dalla propria abitazione.

Intanto, lo spostamento dalla zona arancione a quella gialla comporta una diminuzione delle restrizioni sul territorio italiano. A partire da domenica, è tornato possibile spostarsi tra i comuni ed anche verso altre Regioni gialle, passando eventualmente anche da zone arancioni o rosse, ma senza fermarsi. Resta attivo il coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5, quando non sarà consentito uscire di casa, se non per motivi di lavoro, salute o necessità, da giustificare con l’autocertificazione.

Mentre i negozi erano già stati riaperti con il passaggio alla zona arancione, dal 13 dicembre potranno riaprire anche bar e ristoranti con servizio al tavolo dalle 5 alle 18, con massimo 4 persone al tavolo se non conviventi. Resta consentito fino alle 22 l’asporto e senza limitazioni la consegna a domicilio.

A partire dal 21 dicembre (fino al 6 gennaio), infatti, entrerà in vigore il divieto di spostamento tra regioni a livello nazionale. Mentre a Natale, Santo Stefano e Capodanno non ci si potrà spostare nemmeno tra comuni.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati