Mercato auto Italia 2020: produzione in crescita ad ottobre, +14,5%

Grazie agli incentivi, però ora serve un rifinanziamento

Mercato auto Italia 2020: produzione in crescita ad ottobre, +14,5%

Mentre il mercato è in difficoltà ed i numeri degli ultimi mesi hanno fatto segnare nuovamente il segno negativo, dopo la piccola ripresa estiva, la produzione ha mostrato un segnale di controtendenza nel mese di ottobre: la filiera è, infatti, cresciuta del 14,5% ed ha messo fine ad una sequenza negativa durata ben 27 mesi. Quindi ancora prima rispetto alla crisi legata alla pandemia.

Resta il segno negativo del 2020

Nonostante questo segnale arrivato dall’indice della produzione dell’industria automotive italiana, il 2020 continua a mostrare un segno negativo piuttosto importante, cioè del 26,4%. Significa che, in questo anno molto complicato, è stato prodotto oltre un quarto di automobili in meno.

Anche in questo caso, il segnale di ripresa è dovuto agli incentivi estivi, ormai però terminati. Ed ora si chiede un “rifinanziamento nella manovra attualmente in discussione – le parole di Gianmarco Giorda, direttore di Anfia – non solo per far fronte al preoccupante ribasso del mercato auto a novembre, a incentivi terminati, ma anche per scongiurare un massiccio ricorso alla cassa integrazione nei prossimi mesi”. È attesa la risposta del Governo entro la fine dell’anno.

La crescita di FCA e delle auto

Tornando al mese di ottobre, c’è stato un miglioramento dei volumi produttivi di autovetture del 55%, trainato dalla decisione di FCA di aumentare la produzione a Melfi. C’è stata una crescita anche per la fabbricazione di parti ed accessori per autoveicoli e motori, mentre le carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi hanno fatto segnare un -21%. Per un settore ancora in grande difficoltà.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati