Audi, Duesmann: ‘La carenza di chip è una sfida difficile per il brand’

L'aumento della richiesta di veicoli elettrici farà diminuire il divario con i modelli endotermici

Audi, Duesmann: ‘La carenza di chip è una sfida difficile per il brand’

L’intera industria automobilistica sta attraversando un periodo non molto favorevole a causa della mancanza globale di chip. Questo ha compromesso le operazioni di diverse case automobilistiche, inclusa Audi.

Il CEO Markus Duesmann ha recentemente annunciato che la carenza di semiconduttori ha impattato pesantemente sul lavoro del produttore tedesco, ma è fiducioso che riusciranno a superare questo inconveniente.

Ha anche mostrato ottimismo sul fatto che il divario di redditività tra le auto con motore a combustione interna e quelle elettriche sarebbe stato colmato entro i prossimi tre anni. I produttori di vetture di tutto il mondo stanno seriamente lottando con questa situazione e, in quanto maggior contribuente del profitto del Gruppo Volkswagen, Audi è stata una delle maggiori preoccupazioni per il gruppo tedesco.

La mancanza di chip è una grande sfida per il brand tedesco

Durante un’intervista a Reuters, Duesmann – che è anche responsabile di Lamborghini, Ducati e Bentley – ha affermato che la carenza di chip è una grande sfida. Tuttavia, il CEO ha fiducia nelle capacità dei suoi colleghi e ha detto che il Gruppo Volkswagen nel suo insieme sta affrontando al meglio la situazione.

L’amministratore delegato di Audi ha dichiarato inoltre che stanno rafforzando il rapporto con i produttori di chip e che usciranno da questa crisi ancora più forti di prima. Anche se le case automobilistiche hanno registrato un calo delle immatricolazioni a causa dell’impossibilità di soddisfare la domanda prevista, ci sono notizie incoraggianti in termini di margini di profitto.

Ad esempio, Audi ha dichiarato che a luglio il suo margine di profitto è aumentato al 10,7% nella prima metà del 2021 ed è stata responsabile di oltre un quarto dell’utile operativo per i dati finanziari di metà anno del Gruppo Volkswagen. Inoltre, la casa automobilistica tedesca è fiduciosa che i motori a combustione interna non saranno più prodotti entro il 2033 per fare spazio ai veicoli a zero emissioni.

Il passaggio di Audi ai veicoli completamente elettrici la renderà un serio avversario per Tesla, attualmente il principale produttore di EV. Infine, Markus Duesmann ha dichiarato che lo sviluppo del software sarà importante per i prossimi veicoli full electric dell’azienda.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati