Audi Quattro Concept, la sua rivale sarà…Nissan GT-R

Audi Quattro Concept, la sua rivale sarà…Nissan GT-R

La presentazione ufficiale della concept car Audi Quattro è avvenuta al Salone di Parigi 2010, qualche settimana fa. La sportiva, che è stata annunciata come la rievocazione della storica UrQuattro, cela in realtà un progetto ben definito di Audi: allargare la propria gamma di sportive verso il basso, cioè rivolgendosi a chi non può o non vuole aspirare ad Audi R8. Che si possa produrre, questa non è una novità: noi stessi l’avevamo annunciato alcuni giorni fa.

La casa automobilistica di Ingolstadt ha richiesto alle proprie filiali europee di stimare un volume di vendita della nuova Audi Quattro Concept per il proprio Paese, tentando di analizzare se sia possibile raggiungere un lotto di 500 unità (le stime, pare, sfiorerebbero già le 2.000 unità). Quindi, il futuro è sufficientemente spianato per l’arrivo in listino della coupé: quello che manca sarebbe un sito di produzione confermato, indicato nell’impianto italiano di ItalDesign. Ma questa è un’altra storia.

Con chi avrà a che fare la nuova Audi Quattro Concept? Secondo il progettista della coupé sportiva, l’inglese Steve Lewis, questa automobile riuscirà a tener testa a Godzilla, e cioè Nissan GT-R, sebbene quest’ultima abbia appena ricevuto un upgrade di potenza, che la porta a quota 530 cavalli. La nuova Quattro? Ne possiede 405. La casa automobilistica dei Quattro Anelli è tuttavia certa che, dato il peso limitato della concept car, che utilizza fibra di carbonio ed alluminio per il telaio, in una gara in pista ella potrebbe dar del filo da torcere, in curva, a Nissan GT-R. Sarà: noi aspettiamo di vedere quale sia l’abilità della nuova Audi Quattro Concept e quali siano le sue doti, al di là dei proclami sbandierati.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati