Hyundai Bayon 2021 | Com’è & Come Va

Il nuovo B-SUV compatto di Hyundai offre tanto spazio a bordo

Il nuovo Hyundai Bayon è un crossover compatto che diventa la nuova scelta entry level della gamma SUV di Hyundai. Se volete sapere tutti i suoi pregi e difetti di questo nuovo B-SUV e come si differenzia dalla sorella Kona leggete questo articolo e guardate il nuovo video del nostro Com’è e Come Va.

Design distintivo

Il design della Hyundai Bayon è decisamente personale pur rimanendo tipicamente in stile Hyundai. Viene caratterizzata da un frontale diviso in due sezioni con quella superiore dove posano i fari anteriori sottili posti sopra al cofano motore ed uniti tra loro da una sottilissima mascherina mentre la parte inferiore è dominata dalla grandissima mascherina a U rovesciata che sembra allargare tutto l’anteriore dell’auto e dai fari a boomerang alle estremità con tanto di paracolpi in stile offroad nel mezzo. Un look che strizza l’occhio al mondo del fuoristrada anche nel design laterale dove le protezioni per parafanghi e minigonne sono in plastica nera e ricordano per tagli della carrozzeria la più piccola i20. Molto personale il posteriore con fari a sviluppo verticale sempre a boomerang uniti tra loro da una striscia a led orizzontale e questo sviluppo stilistico che possiamo definire a “fisarmonica”. Nella parte inferiore è presente un massiccio paraurti in plastica nera con uno skid plate nel mezzo proprio come all’anteriore.

Le sue dimensioni

La Hyundai Bayon misura in lunghezza 4,18 metri, in larghezza 1,80 e in altezza 1,50 metri. Sono quindi solo 2 i centimetri in meno rispetto alla Hyundai Kona ma attenzione a sovrapporle perché la Bayon, di fatto, prende il posto dela Hyundai i20 Active. Nonostante sia disponibile solo a trazione anteriore sono ben 16 i centimetri di luce da terra che diventano un “plus” per affrontare strade bianche in tutta scioltezza.

Grande bagagliaio

Il bagagliaio ha un disegno molto regolare con ben 411 litri disponibili che possono diventare 1.205 abbattendo il divano posteriore. Nella versione in prova mild hybrid la capacità si riduce perché sotto al pavimento trova spazio la piccola batteria del sistema a 48Volt. Così la capienza varia da 321 a 1115 litri. Poi la cappelliera può essere sganciata e riposta dietro allo schienale del divano posteriore senza rubare spazio in abitacolo.

Tanto spazio in abitacolo

In poco più di 4 metri di lunghezza c’è davvero tanto spazio per tutti con molta aria per la testa e ginocchia non solo di chi siete davanti ma anche per gli occupanti del divano posteriore. Purtroppo chi siede dietro non ha le bocchette di areazione ma è presente una presa USB di tipo A.

Com’è fatta dentro

L’abitacolo è identico a quello della Hyundai i20 ed è sicuramente ben fatto ed assemblato ma dominato da plastiche dure al tatto. Le bocchette dell’aria si fondono con la plancia a sviluppo orizzontale che ha un look moderno ed i tasti a sfioramento del grande schermo centrale in posizione ben rialzata sono molto pratici nell’utilizzo. Facile da utilizzare anche il climatizzatore automatico monozona che ha comandi fisici separati mentre poco più sotto troviamo due prese USB e la piastra ad induzione per la ricarica dello smartphone.

Il sistema di infotainment

Il cruscotto si poggia su un grande display digitali da 10.25 pollici che racchiude tutte le informazioni di bordo ed ha diversi menu che cambiano nella grafica rispetto alla modalità del drive mode impostata. Nel mezzo domina la scena lo schermo centrale che può essere da 8 pollici o da 10.25 negli allestimenti più ricchi. La grafica è chiara, le icone grandi ed è molto reattivo nel suo utilizzo con la piena compatibilità con Android Auto ed Apple CarPlay. La funzione di mirroring prevede l’utilizzo del cavo per replicare sullo schermo le principali app del nostro cellulare.

La prova su strada

La Hyundai Bayon è prevista con sotto al cofano sono due motori a benzina: il 1.2 aspirato 4 cilindri da 84 cv (che successivamente al lancio potrà avere anche l’alimentazione a GPL) o il 1.0 3 cilindri turbo benzina da 100 cv mild-hybrid con elettrificazione a 48V. La trazione è per tutte anteriore e la protagonista di questa prova è la versione ibrida abbinata al cambio manuale a 6 marce. Una trasmissione che prende il nome di IMT e funziona come un cambio manuale tradizionale ma il distacco del disco della frizione dal volano avviene grazie ad un attuatore elettrico gestito da una centralina e non meccanicamente. Così nei rallentamenti questo sistema disinnesta la trasmissione spegnendo contemporaneamente il motore veleggiando a beneficio del consumo di carburante. Riaccelerando o premendo il pedale della frizione il mille turbo si riavvia normalmente.

In questo modo lo stacco frizione risulta essere molto morbido. A livello di assetto bisogna fare un plauso a Hyundai perché anche se la Bayon non è assolutamente un’auto sportiva non subisce un eccessivo effetto da rollio e beccheggio in questi tratti di collina misto stretto. Buona anche la direzionalità dello sterzo, la Bayon è precisa nell’inserimento in curva e sempre sicura in percorrenza. Solo se esageriamo tende al sottosterzo. Le modalità del drive mode sono 3: Normal, Eco e Sport e cambiano la risposta dell’acceleratore, il peso dello sterzo oltre alla grafica del nostro cruscotto digitale. Il motore ha un allungo progressivo fino ai 4500 giri minuto ma superando questa soglia diventa un po’ rumoroso mentre a velocità autostradale l’abitacolo rimane ben insonorizzato. I consumi circa 15 km litro nel misto.

Listino prezzi

Parlando di prezzi la Hyundai Bayon parte da 19.400 euro per la versione Xline con motorizzazione 1.2 aspirato e arriva al top di gamma Xclass con motore 1.000 elettrificato da 100 CV e cambio automatico DCT a 25.500 euro. La versione in prova mild-hybrid in allestimento Xclass con cambio manuale costa 24.050 euro.

Rate this post

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Hyundai trionfa ai Top Gear Awards 2021

La i20 N ha conquistato il premio di Performance Car of the Year 2021
Hyundai ha conquistato le più alte onorificenze in occasione dei Top Gear Awards 2021, vincendo il titolo di Car of