Lamborghini starebbe lavorando su un’auto elettrica 2+2

Il misterioso modello dovrebbe sorgere sulla nuova piattaforma Scalable Systems Platform del Gruppo Volkswagen

Lamborghini starebbe lavorando su un’auto elettrica 2+2

Attraverso una roadmap presentata all’inizio di quest’anno, Lamborghini ha rivelato che prevede di elettrificare la sua intera gamma entro la fine del 2024 e aggiungere un quarto modello nella seconda metà del decennio. Quest’ultimo sarà un’auto completamente elettrica.

Sfortunatamente, questa è l’unica informazione rivelata al momento dalla casa automobilistica bolognese. Tuttavia, un nuovo report suggerisce che sarà una GT elettrica in configurazione 2+2. Automotive News sostiene che il misterioso modello sarà sviluppato in collaborazione con Audi e Porsche e sorgerà sulla nuova piattaforma Scalable Systems Platform (SSP).

Per quanto riguarda il debutto ufficiale, Lamborghini prevede di lanciare la nuova auto a zero emissioni tra il 2025 e il 2027. La nuova Scalable Systems Platform sarà il successore delle piattaforme MQB, MSB, MEB, MLB e PPE.

Il Gruppo Volkswagen ha precedentemente affermato che la nuova architettura dovrebbe entrare in produzione nel 2026 e sarà altamente scalabile in quanto sarà impiegata per costruire oltre 40 milioni di veicoli nei prossimi anni.

Ritornando alla misteriosa supercar 100% elettrica di Lamborghini, per ora non si conoscono altre informazioni, ma sicuramente utilizzerà i migliori motori elettrici e batterie disponibili in quel momento.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Audi RS e-tron GT | Com’è & Come Va

Audi RS e-tron GT: prova su strada, autonomia, batteria, scheda tecnica e interni della GT elettrica.
L’Audi RS e-tron GT è la protagonista del nostro Com’è & Come Va per questa settimana. Si tratta della prima