Porsche: nel 2020 l’Italia si conferma terzo mercato europeo

Oltre 5.000 vetture consegnate, Taycan quarto modello per vendite

Porsche: nel 2020 l’Italia si conferma terzo mercato europeo

Porsche Italia ha ufficialmente annunciato i risultati di vendita ottenuti nel nostro Paese dal 2020, caratterizzato naturalmente dalle difficoltà connesse alla pandemia da COVID-19 che ha funestato l’intero pianeta. Nonostante questo, però, la Cavallina di Zuffenhausen a livello internazionale è riuscita comunque a limitare le perdite, con un calo di appena il 3% a fronte di 272.162 vetture. Anche la filiale italiana è riuscita a contenere le perdite: a fronte di un mercato in calo del 28% (qui tutti i dettagli), Porsche Italia ha visto una diminuzione solo del 13%, che alla luce della situazione di lockdown del Paese era un risultato tutt’altro che scontato. Grazie alle 5.815 consegne effettuate, l’Italia si conferma come terzo mercato europeo.

Porsche Macan, la più amata dagli italiani

Per quanto riguarda i modelli venduti sul nostro territorio, va registrato l’importante interesse sollevato dalla Porsche Taycan, che proprio oggi ha visto l’arrivo della versione a trazione posteriore (scoprite qui tutti i dettagli). Nonostante il lockdown, la nuova sportiva 100% elettrica di Zuffenhausen ha registrato 372 consegne in Italia, il che l’ha resa la quarta vettura più venduta del marchio. Per quanto riguarda invece il podio, la medaglia d’oro va ancora una volta alla Macan, della quale sono stati consegnati ben 2.195 esemplari. Dietro di lei c’è la Cayenne con 1.391 esemplari, e infine la mitica 911 con 1.213 unità. Dietro alla già citata Taycan ci sono la 718 con 371 consegne e infine la Panamera con 273 consegne.

Beneficienza e sviluppo verso il 2021

Pietro Innocenti, A.D. di Porsche Italia, durante la conferenza stampa di presentazione ha sottolineato come durante la pandemia la filiale si è mossa per essere di sostegno alle persone in difficoltà. Le donazioni comprendevano 155.000 € donati alla Protezione Civile e iniziative ammirevoli. Una di queste è stata “Uniti per Ripartire”, iniziativa per la quale veniva chiesto ad ogni cliente di indicare una somma da devolvere alla Caritas per ogni consegna, che poi i Centri Porsche Italia raddoppiavano di tasca loro. Alla fine sono stati donati 1.3 milioni di euro, destinati a bambini e famiglie bisognose. Il futuro prevedrà ora un ulteriore sviluppo in termini di digitalizzazione, infrastruttura elettrica tramite un accordo con la rete Q8 e la conclusione dei lavori del Porsche Experience Center presso l’Autodromo di Franciacorta.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati