Autostrade per l’Italia: oggi parte il cashback tramite app

La percentuale di rimborso è compresa fra il 25% e il 100%

Autostrade per l’Italia: oggi parte il cashback tramite app

Da oggi è attivo il servizio di cashback del pedaggio autostradale previsto nell’ambito del piano strategico di trasformazione di Autostrade per l’Italia sulle tratte di competenza della società. È accessibile grazie all’applicazione Free To X che è già disponibile per il download gratuito su App Store e Google Play Store.

È stata aperta ora una prima fase di sperimentazione valida fino al 31 dicembre 2021 per l’utilizzo di massa, indipendentemente dalla classe di veicolo e dal metodo di pagamento utilizzato. Ai consorzi e ai loro associati, il servizio sarà reso accessibile in una fase successiva tramite un processo di adesione dedicato che permetterà di recuperare retroattivamente i rimborsi relativi agli itinerari percorsi dal 15 settembre.

L’obiettivo di Autostrade per l’Italia è quello di mettere a disposizione degli utenti nuovi servizi interattivi. Inoltre, sta portando avanti un programma ininterrotto di lavori di ammodernamento complessivo che riguarda ogni tipologia di infrastruttura in gestione: viadotti, gallerie e barriere.

Il cashback sarà erogato a partire da 15 minuti di ritardo

Il cashback sarà erogato esclusivamente in caso di ritardi generati da cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia che influiscono sulla regolarità dei transiti a causa della riduzione delle corsie originariamente disponibili e potrà essere riconosciuto già per itinerari brevi, a partire da 15 minuti di ritardo, consentendo l’accesso a rimborsi dal 25% al 100% del pedaggio, sulla base del tempo effettivo di viaggio e sulla lunghezza del percorso effettuato.

Autostrade per l’Italia specifica che il cashback sarà valido per percorsi con ingresso e uscita sulla sua rete, percorsi con ingresso su rete ASPI e uscita su altra concessionaria, percorsi con ingresso su altra concessionaria e uscita su rete ASPI e percorsi con ingresso e uscita su altra concessionaria, con attraversamento su rete ASPI.

Non rientrano nell’iniziativa i ritardi non legati alle attività del concessionario di natura imprevedibile come traffico intenso, incidenti, manifestazioni o qualsiasi altra motivazione e non connessa al piano di lavori per l’ammodernamento delle infrastrutture autostradali.

I metodi di rimborsi accettati

Nella sezione Cashback dell’app Free To X, gli utenti potranno ottenere un rimborso sia per pagamenti con carta di credito, di debito e Viacard che tramite contanti. Chi dispone di sistemi di telepedaggio potrà inserire i riferimenti relativi al dispositivo prescelto per ricevere automaticamente la notifica del cashback. A chi utilizza contanti o carte, può richiedere il rimborso inviando la foto tramite app della ricevuta di pagamento, ritirata al casello di uscita.

Durante la fase sperimentale, i rimborsi saranno accumulati nella sezione borsellino e gli accrediti verranno erogati a partire da gennaio 2022 per i transiti effettuati dal 15 settembre, sul conto corrente, tramite bonifico o secondo modalità in corso di definizione per gli operatori di telepedaggio.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Circolazione stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Car-Care

MAFRA al lancio della sua app AUTOBENESSERE

Un prezioso alleato per non lasciare che sia il caso a decidere per la cura della vostra auto
MAFRA AUTOBENESSERE – Si fa presto a dire “porto l’auto a lavare”. Chi ci assicura che il primo lavaggio incrociato