TOP 5 city car ibride 2021 [VIDEO]

CITY CAR IBRIDE 2021: la TOP 5 con dimensioni, motori, consumi, prezzi

TOP 5 city car ibride 2021 [VIDEO]

Le city car sono molte apprezzate in Italia per praticità e bassi costi di gestione. Con l’introduzione dell’elettrificazione e dei sistemi ibridi (mild hybrid e full hybrid), le piccole utilitarie offrono oggi consumi ancora più contenuti e numerose agevolazioni. Dal Giappone alla Francia, passando per l’Italia, in questa nuova TOP 5 (qui tutte le puntate) scopriremo le city car ibride più interessanti per il 2021!

Suzuki Swift hybrid

Suzuki Swift Hybrid 2021

Partiamo dal Giappone con la nuova Suzuki Swift Hybrid, versione mild hybrid a 12 V dell’apprezzata compatta del sol levante. Lunga 3 metri e 85 cm, alta 1 e 50 larga 1 e 73 e con un bagagliaio da 265 litri, la Swift elettrificata offre un’ottima abitabilità interna nonostante le dimensioni contenute: sul divanetto posteriore si viaggia comodi in due, ma anche un terzo passeggero non è eccessivamente sacrificato. Passiamo al motore 1.2 ibrido da 83 CV e 107 Nm di coppia massima già a 2.800 giri, contro i 4.400 della precedente versione. La nuova Swift risulta, quindi, scattante e capace di regalare un buon piacere di guida, grazie a uno sterzo preciso e un settaggio delle sospensioni bilanciato. Nonostante ciò, il sistema mild hybrid, che offre tutte le agevolazioni dedicate alle vetture ibride, garantisce consumi reali vicini ai 20 km con un litro di benzina: davvero niente male! I prezzi? A partire da 17.290 euro.

Toyota Yaris Hybrid

Toyota Yaris Hybrid 2021

Restiamo in Giappone con una delle auto da città più vendute di sempre: parliamo della Toyota Yaris Hybrid, giunta alla sua quarta generazione e completamente rinnovata, con un design aggressivo e sportivo, quasi da “hot hatch”. Apprezzatissima fin dal lancio, la nuova Yaris si è anche aggiudicata il titolo di “auto dell’anno 2021”. Lunga 3 m e 94, larga 1,74, alta 1,50 e con un bagagliaio da 286 litri, l’utilitaria nipponica si muove agevolmente (e silenziosamente) tra le vie della città, suo terreno ideale. Offerta anche con motorizzazione benzina, il suo vero fiore all’occhiello è, senza dubbio, il rinnovato sistema ibrido full composto da un motore benzina 1.5 tre cilindri e un propulsore / generatore elettrico, capace di erogare una potenza massima di 116 CV, mentre il cambio è un e-CVT a variazione continua. I consumi che ne derivano sono ottimi: la nuova Yaris Hybrid percorre realmente tra i 20 e i 25 km con un litro di carburante, grazie all’efficiente sistema di veleggiamento e recupero energia: basti pensare che in città si viaggia in modalità EV (solo elettrica) per circa il 70% del tempo. Per portarvela a casa in allestimento base Active, infine, il vostro assegno dovrà riportare la cifra di 17.300 euro incentivi esclusi.

Renault Clio e-tech

Renault Clio Etech ibrida 2021

Ci spostiamo in Francia con Renault Clio E-Tech, versione full hybrid della best seller della Losanga e diretta concorrente della Yaris. Esteticamente mantiene forme, dimensioni e dotazioni tecnologiche della versione a motore termico: soltanto il bagagliaio si riduce da 391 a 301 litri per via della batteria posta sotto al vano di carico. La vera novità, ovviamente, riguarda il powertrain ibrido full, formato da un 1.6 benzina aspirato e due unità elettriche per valori complessivi di 140 CV e 144 Nm di coppia. Da evidenziare che la partenza è sempre in EV, con il motore elettrico da 49 CV che spinge le ruote anteriori. Una seconda unità, invece, si occupa di sincronizzare il propulsore termico al cambio automatico a 4 rapporti senza frizione (lo stesso della Captur E-Tech). Il motore benzina, quindi, entra in funzione solo quando serve per un boost di potenza e per ricaricare la batteria. Il sistema, secondo Renault, permette di viaggiare in elettrico per l’80% del tempo e fino a 70 km/h, per un consumo medio dichiarato di 23 km e mezzo per litro di benzina. Quanto costa l’innovativa Clio elettrificata? Si parte da 21.950 euro per la base Zen, con 8 anni di garanzia sulla batteria inclusi!

FIAT Panda Hybrid

Fiat Panda Hybrid 2021

Italianissima, la Fiat Panda continua a cavalcare le classifiche di vendita del Bel paese anche con la sua versione elettrificata per affidabilità e ottimo rapporto qualità / prezzo. La Panda Hybrid adotta soluzioni “eco-friendly” come tessuti interni Seaqual in plastica riciclata e condivide il powertrain ibrido “leggero” con l’iconica 500 e con la Lancia Ypsilon. Troviamo, infatti il propulsore FireFly benzina da 70 CV abbinato ad una piccola unità elettrica, che funge da generatore starter per ricaricare la batteria da 11 A e offre anche un boost fino a 5 CV in accelerazione. Il sistema, grazie anche alla funzione di veleggiamento, offre prestazioni soddisfacenti e consumi ridotti di circa il 25 % rispetto alle versioni standard: la casa dichiara, infatti, un consumo medio dichiarato di 25 km al litro. Il prezzo è, come da tradizione, molto competitivo: la nuova Panda mild hybrid attacca il listino a 13.900 euro incentivi esclusi (da non perdere la promozione esclusiva per tutto il mese di marzo 2021) e può contare su tutti i vantaggi riservati alle auto ibride come bollo gratuito, accesso agevolato alle ZTL e, in alcune città, parcheggio gratis sulle strisce blu. 

Honda Jazz Hybrid

Honda Jazz Hybrid 2021

Per chiudere la TOP 5 torniamo in Giappone: non poteva mancare, infatti, la quarta generazione della Honda Jazz, auto compatta che fa del comfort e della sicurezza i suoi punti di forza. La piccola utilitaria mantiene forme da monovolume, ma è ora proposta anche in versione Crosstar, che sfoggia sembianze da SUV compatto. La segmento B giapponese cresce lievemente nelle dimensioni e mantiene soluzioni intelligenti come i Magic Seats posteriori, oltre a sistemi di sicurezza da best in class come i ben 10 airbag in abitacolo. Ciò che cambia, oltre ad interni rinnovati e infarciti di tecnologia, è la meccanica: la Jazz è ora disponibile solo con sistema full hybrid, senza necessità di ricarica esterna. Il powertrain è composto da un motore 1.5 benzina quattro cilindri (i-Vtec) accoppiato a due motori elettrici e cambio CVT, per valori complessivi di 109 CV e 253 Nm. La piccola batteria agli ioni di litio da 0,86 kWh si ricarica velocemente nelle fasi di decelerazione: soprattutto in città, ambiente naturale della compatta giapponese, si viaggia per la maggior parte del tempo in modalità EV. Questo garantisce una spinta soddisfacente unita a consumi medi piuttosto contenuti: 4,5 litri ogni 100 km (4,8 per la Crosstar).

I prezzi?  Escludendo i vari incentivi, la Jazz ibrida parte da 22.500 euro, mentre servono 26.900 euro per la versione Crosstar.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Anticipazioni

Zenvo: la prossima hypercar sarà ibrida

Al momento non conosciamo il gruppo propulsore ibrido, ma dovrebbe produrre più potenza della TSR-S
Zenvo sta sviluppando un’hypercar ibrida che dovrebbe debuttare ufficialmente entro i prossimi due anni. La notizia è stata rivelata da