AD Volvo: meglio evitare le auto termiche e non dare incentivi per le elettriche

Le dichiarazioni di Hakan Samuelsson al Financial Times

AD Volvo: meglio evitare le auto termiche e non dare incentivi per le elettriche

Il tema dell’elettrificazione è più che mai d’attualità. Si è scatenata una “corsa contro il tempo” nell’elettrificazione della propria gamma creando auto che riescano ad emettere meno emissioni anche per evitare le pesanti multe che fra un mese l’Unione Europea imporrà ai trasgressori. C’è però chi alza la posta nel mondo automotive e consiglia misure ancora più drastiche per favorire ancora di più le auto elettriche.

No agli incentivi

Le dichiarazioni dell’Amministratore Delegato di Volvo, Hakan Samuelsson, scuotono la platea virtuale organizzata dal Financial Times per parlare del futuro del settore automotive. Durante l’FT Future of the Car Summit, Samuelsson ha dichiarato che: “Nessuno può costruire un business di successo e redditizio facendo affidamento sugli incentivi. I sussidi temporanei possono aiutare a incoraggiare l’industria a svilupparsi nel modo giusto, ma potrebbe essere più efficiente per i governi stabilire un programma chiaro verso un futuro elettrico”.

Auto termiche? Sono vecchie

In sintesi Samuelsson crede che il motore a combustione interna sia “una tecnologia del passato” e che il divieto alla vendita delle auto ad alimentazione tradizionale potrebbero spingere l’adozione delle elettriche più di quanto non facciano i semplici incentivi. Un plauso dal manager di Volvo va al Regno Unito e al suo obiettivo di eliminare le auto nuove a benzina e diesel entro il 2030.

Cooperazione pubblico e privato

Volvo ha già dichiarato che la propria gamma sarà elettrificata entro il 2025. Samuelsson ha dichiarato che: “Siamo convinti che il segmento delle auto premium diventerà completamente elettrico nel tempo e la nostra ambizione è quella di essere un leader in questo segmento”. Per il manager svedese “l’Europa ha una grande opportunità per guidare la transizione verso la mobilità sostenibile e i governi e le aziende dovrebbero collaborare per realizzarla”.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati