Porsche Taycan 2021 | La PROVA SU STRADA solo con la trazione posteriore [VIDEO]

Non chiamatela Panamera elettrica.

Porsche Taycan 2021 è la prima auto elettrica di Porsche, una vera e propria rivoluzione per la casa di Zuffenhausen. E’ una berlina sportiva, quattro porte e quattro posti, ma non è solo una Panamera elettrica. Lei è molto di più, visto che porta su strada tecnologie inedite, all’avanguardia e offre prestazioni di altissimo livello.

Dimensioni e aerodinamica

Le dimensioni della Porsche Taycan sono ragguardevoli. Lei misura quasi 5 metri di lunghezza (496 cm) per circa due metri di larghezza (197 cm). L’altezza è ridotta e minuta per aiutare il coefficiente aerodinamico, parliamo di soli 138 cm con un passo di quasi 290 cm. A proposito di CX, il coefficiente aerodinamico è di 0,25 e scende ancor di più sulla Turbo S per arrivare a 0,22. L’efficienza aerodinamica è dovuta anche allo spoiler attivo in base alle velocità, utile per perfezionare l’efficienza o il downforce, al fondo completamente carenato e alle alette mobili all’anteriore, utili a raffreddare o meno l’impianto elettronico. Il peso a vuoto di ben 2.220 kg.

 

Estetica e design 

Le Porsche sono distinguibili al colpo d’occhio e portano in dote un family feeling riconoscibile su qualsiasi modello grazie alla famosa siluette ovale. Cosi non poteva che essere per la Taycan che mostra fiera il design sensuale e arrotondato, ora con una particolare attenzione all’aerodinamica. Lo sguardo è altamente tecnologico grazie alla presenza di proiettori con quattro punti luce a LED incastonati come gemme, vicine alle feritoie a sviluppo verticale che convogliano l’aria verso l’esterno dello pneumatico per formare una carenatura naturale. Il cofano tende verso il basso, disegnato cosi per enfatizzare la pulizia dei flussi d’aria mentre le bocche per l’aria inferiori fanno respirare i radiatori per tenere sotto controllo le temperature di tutto l’impianto elettrico. Il fianco è pulito e scevro di velleità estetiche, anche qui si cerca di convogliare al meglio gli umori del vento. Le superfici sono pulite e c’è spazio solo per una rientranza nella parte più bassa della portiera. La coda, invece, si prende il giusto spazio e incomincia a costruirsi a partire dai generosi passaruota posteriori per poi caratterizzarsi con un gruppo ottico a LED incastonato nel posteriore, con le luci composte da un’unica, continua, luce a sviluppo orizzontale.

Interni e abitacolo

La Porsche Taycan è una vettura premium, di conseguenza il suo abitacolo non è da meno. La scelta dei materiali cosi come la qualità costruttiva è ai massimi livelli, con materiali morbidi al tatto e rivestimenti di pregio. Oltre ai rivestimenti in classica pelle e possibile richiedere le sedute ricoperte anche con pelle vegana o sedili con tessuto in microfibra, composto da materiale riciclato. Sono seduto su sedili sportivi, quindi avvolgenti quanto basta ma soprattutto comodi e con diverse regolazioni elettriche. Davanti a me vedo il volante sportivo con uno stile da GT, con razze forate e il manettino per selezionare le varie modalità di guida. Lo spazio concesso alla tecnologia è, come facilmente intuibile, enorme grazie alla presenza di un abitacolo altamente digitalizzato. Rispondono “presente” ben tre schermi nella plancia, con l’optional del climatizzatore quadri-zona comandabile dal display touch, per la regolazione di flussi e temperatura. Il quadro strumenti è curvo con una ampiezza di 16,8 pollici e dotato di una grafica personalizzabile con quattro diversi layout: la modalità classica che mostra cinque strumenti circolari analogici; la Map mode con la mappa del navigatore al centro; la Full Map con la mappa a tutto schermo e la Pure mode capace di mostrare solo informazioni essenziali, tra cui la velocità, i segnali stradali e una navigazione minimale e essenziale. Poco sopra il massiccio tunnel centrale c’è il display centrale touch da 10,9 pollici con risoluzione full HD con la possibilità di interfacciarci con le canoniche e principali funzionalità di infotainment. In opzione è presente un secondo display a uso e consumo del passeggero anteriore. Non è finita qui perché al di sopra dello schermo dell’infotainment ecco che c’è un ulteriore display touch da 8,4 pollici per gestire il sistema di climatizzazione (controllabile solo dal suddetto schermo), il menu multimediale e il navigatore (che permette di vedere le colonnine di ricarica). Per gli schermi dell’abitacolo c’è da segnalare la presenza di un feedback aptico particolare al tocco dello schermo, con una vibrazione che simula il click fisico, oltre ai comandi vocali richiamabili con la frase “Hey Porsche”.

Abitabilità e bagagliaio

La nostra Porsche ha un abitacolo studiato per quattro persone con le posizioni posteriori che permettono di sedersi abbastanza agilmente e di avere sufficiente spazio a disposizione se chi siede davanti agli ospiti non è troppo alto. Da segnalare che gli ospiti posteriori godono di una piccola vaschetta di spazio per i piedi ricavata dalla mancata presenza di batterie in quel punto ma, a causa del tetto discendete, per i più alti sarà facile sfiorare il cielo con la testa. Il bagagliaio permette di stivare 407 litri (posteriore) mentre davanti, sotto al cofano anteriore, c’è ancora un piccolo vano bagagli di 84 litri.

Porsche Taycan: motori elettrici e trasmissione

Porsche Taycan è realizzata sulla stessa piattaforma su cui è costruita la Audi e-tron GT, una base che permette alla “Cavallina” di godere di uno o due motori elettrici, (uno per l’asse anteriore e uno per quello posteriore). Nel caso della versione “base”, che si aggiunge alla versione Turbo S, alla Turbo e alla 4S, c’è un solo motore posteriore. Il propulsore è capace di sviluppare o 326 CV con la batteria da 79,2 kWh  o 380 CV con la batteria maggiorata da 93,4 kWh. Le potenze di picco sono rispettivamente di 408 e 476 CV mentre l’autonomia dichiarata per le due unità elettriche è di 431 o 484 km. Nel caso della presenza di due unità elettriche, il primo propulsore, posizionato sull’asse anteriore, è adibito all’accelerazione mentre il secondo, posizionato sull’asse posteriore, si concentra sulla marcia e sul raggiungimento della velocità massima. Il motore posteriore è più potente e, tutte le versioni della Porsche Taycan sono associate a una trasmissione automatica a due rapporti. 

La batteria, sia per la versione con uno o due motori elettrici è da 800 volt. Quest’ultima è piatta e larga, e posizionata sul fondo della piattaforma. Lo 0-100 km/h viene bruciato in 2,8 secondi nella modalità Launch Control, mentre la velocità massima viene autolimitata a 250 km/h.

Porsche Taycan: come va su strada

Per questa prova su strada, ho l’opportunità di essere accompagnato dalla versione “base”, con il solo motore a elettroni montato sull’asse posteriore. Ciò che mi sorprende di lei è la sua capacità di essere efficace e sportiva, quasi leggera, rapida tra le curve. Gira in modo piatto grazie alla stabilizzazione elettronica del rollio e imbocca i tornanti senza la minima incertezza, passandomi tutto il feedback necessario per comprendere ogni suo spostamento. Merito dello sterzo a rapporto variabile altamente comunicativo e del baricentro più basso rispetto a quello di una 911.

Non pensate a una vettura troppo “perfetta” tra le curve, per intenderci, troppo impostata. Lei è molto di più. Sicura e divertente con la possibilità di qualche piccolo sovrasterzo di potenza in uscita dai tornanti più ostici, pur essendo sempre controllabili con un sapiente uso del pedale dell’acceleratore. L’uscita di curva puo’ essere cosi sbarazzina, con la coda che si scompone leggermente o del tutto ordinata, sfruttando la traiettoria ideale e un differenziale posteriore elettronico a slittamento limitato. 

Sono ben cinque le modalità di guida presenti, Range, che privilegiata l’efficienza, con le alette delle bocche anteriori impostate per permettere la minima resistenza aerodinamica, Normal, con la potenza sprigionata dai cavalli elettrici che cresce in maniera lineare, Sport, con le sospensioni attive che abbassano la vettura e il propulsore pronto a sprigionare più coppia, Sport Plus, che regola l’assetto in modo ancora più sportivo e sbriglia i controlli elettronici e, infine, Individual, che permette una diversa taratura di sterzo, acceleratore, e sospensioni.

Porsche Taycan 4S: autonomia e ricarica ultra-rapida

La capacità di carica massima arriva fino a 225 kW con la batteria da 79,2 kWh o 270 kW con la batteria da 93,4 kWh. Entrambe le batterie possono essere caricate dal 5 all’80% della loro capacità in 22,5 minuti alla massima potenza ricaricabile. In appena cinque minuti si accumula l’energia necessaria per percorrere altri 100 km.

Porsche Taycan: prezzi

Porsche Taycan parte dai circa 86.400 euro della versione standard con trazione posteriore fino ai 193.300 della Taycan S Cross Turismo.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati